Baby gang ai giardini di via Canova, ragazzi e genitori terrorizzati

Sputi, spintoni, minacce ad adolescenti e genitori: ai giardini della Biblioteca di via Canova la fa da padrona una baby gang di ragazzini

Fratelli d’Italia annuncia un presidio per il 22 maggio: «inaccettabile  che una banda di bulli capeggiata da rom e stranieri tenga in scacco un quartiere»

Baby gang  di adolescenti, molti dei quali rom, che terrorizzano i ragazzini ai giardini di via Canova, vicino alla biblioteca. Ironia della sorte, proprio in quel parco, intitolato come Giardino della Democrazia. Mamme e babbi minacciati dai teppistelli quando vanno a riprendere i ragazzi. Sputi e schiaffetti minacciosi e l’insolenza di dire «tanto non mi puoi fare nulla, perché sono minorenne», è pronto a giurare una mamma.

«Aiutateci, non ne possiamo più – raccontano dei genitori – abbiamo paura a mandare i nostri figli in biblioteca o a fare una passeggiata in giro per il quartiere. Una vera e propria banda di bulletti sta terrorizzando i nostri figli utilizzando minacce, spintoni e facendo i bulli sia con i bambini che con gli adulti»

«Vanno a giro con le fionde,  e non è una cosa da prendere alla leggera, perché le fionde sono  vere e proprie armi  bianche, con cui puoi fare male – ha continuato una delle mamme, disperata – Abbiamo esposto il fatto alle forze dell’ordine, ma la situaazione persiste. Invito le altre  mamme a denunciare, a non essere omertosi, a avere paura perché noi non dobbiamo avere paura».

Sulla questione sono intervenuti anche Francesco Torselli, consigliere comunale uscente e coordinatore regionale FdI, e Giovanni Donzelli,  deputato. I due esponenti di Fratelli d’Italia, in una conferenza tenuta ieri nel giardino della Biblioteca dell’Isolotto in via Canova, hanno annunciato una manifestazione di presidio per il prossimo mercoledì 22 maggio.

«Una gang di bulli capeggiata da rom e stranieri tiene in scacco un intero quartiere, minacciando i ragazzi e intimorendo le loro famiglie che hanno paura a denunciare – hanno detto Torselli e Donzelli – Non possiamo accettare che in una città come Firenze vengano usati metodi pseudo-mafiosi senza che l’amministrazione muova un dito. Per questo il 22 di maggio Fratelli d’Italia sarà nel luogo in cui si sono verificati alcuni dei più gravi episodi, il giardino della biblioteca di via Canova, per testimoniare con un presidio la volontà dei fiorentini di riappropriarsi degli spazi pubblici».
«Questi ragazzi non possono vivere liberamente il quartiere – hanno sottolineato – gruppi di bulli rivendicano la padronanza sugli spazi pubblici aggredendo fisicamente chi non fa parte della loro claque. E chi non rispetta le loro regole viene tempestato con offese, sputi, gravi intimazioni. Addirittura minacciando chi non abbassa lo sguardo quando incrocia i capi della gang. Una situazione che si protrae da anni ma che nelle ultime settimane è peggiorata ulteriormente. Le istituzioni locali, più volte sollecitate dai cittadini, non sono intervenute a difesa delle persone che chiedono solo di poter vivere tranquille; per fortuna che il 26 maggio è vicino e che potremo presto occuparci dei loro problemi e risolverli».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.