Cascine, ancora denunce per droga al giardino di via della Catena

Nel corso dell’ennesimo controllo dei Carabinieri alle Cascine, sono stati denunciati due ragazzi africani e segnalato un terzo

Uno è stato trovato a nascondere droga a fini di spaccio, uno ne deteneva a fine personale e l’altro era irregolare

Nello stesso servizio antidroga in cui i carabinieri hanno arrestato lo spacciatore nigeriano alla fermata Sansovino, hanno pizzicato a poche centinaia di metri un altro giovane, anch’egli africano, con ingenti quantità di stupefacenti. Neanche a dirlo, nel Parco delle Cascine, al giardino di via della Catena, da anni al centro dello spaccio fiorentino. Quello stesso giardino interno alle Cascine, tra il ponte della tranvia e il ponte alla Vittoria, dove prosegue senza sosta l’attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Firenze per la repressione del consumo e dello spaccio di stupefacenti.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile, nel Parco delle Cascine, hanno notato alcuni soggetti sospetti, di cui uno di loro, alla loro vista, ha gettato all’interno di un cespuglio due involucri di cellophane. Controllati gli involucri, i militari, come immaginato, hanno riscontrato che contenevano quasi dieci grammi di marijuana e oltre sei grammi di hashish.Così il giovane è stato fermato e identificato: si tratta di un 21enne del Gambia, richiedente asilo. Il ragazzo è stato denunciato in stato di libertà per la detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Ma i Carabinieri non si sono fermati a quel primo caso:  hanno anche controllato due suoi connazionali, un controllo da cui è emerso che uno, 19enne è stato trovato in possesso  di hashish ed è stato segnalato alla Prefettura poiché in quantità da uso personale; l’altro, un 29enne, è risultato irregolare sul territorio nazionale ed è stato perciò denunciato.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.