Centro Equestre Fiorentino, l’appello dei genitori dei disabili: «Nessuna risposta dall’Amministrazione»

Il Centro Equestre Fiorentino è fermo da dicembre con le attività di ippoterapia e riabilitazione per ragazzi disabili. Nonostante la proroga di sgombero, le attività non possono ripartire. La lettera dei genitori a IsolottoLegnaia.it

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del comitato dei genitori del Centro Equestre Fiorentino dell’Argingrosso. Il Centro Equestre Fiorentino è una struttura d’eccellenza nello sport e integrazione per bambini e ragazzi disabili , di cui ci occupammo lo scorso novembre quando venne paventato il rischio di chiusura. Rischio che ora si concretizza, con l’effetto di far rimanere a casa e senza un luogo fondamentale per la socializzazione e l’attività fisica i circa quaranta disabili che lo frequentano:

«I ragazzi sono fermi da fine dicembre con gravi conseguenze dal punto di vista terapeutico e sociale – scrivono i genitori – Nel mese di gennaio noi genitori , grazie al consigliere Grassi, che ha preso a cuore la faccenda siamo riusciti a portare la cosa in Consiglio Comunale ottenendo da subito una proroga di sgombero al 31 dicembre 2019, proroga però non sufficiente per riprendere le attività in quanto la Federazione per tesserare e assicurare i ragazzi richiede la concessione del terreno a svolgere le attività».

«Dopo vari interventi siamo giunti all’approvazione di una mozione da parte del Comune (votata all’unanimità, ndr), in data 25 febbraio, dove si impegnava ad intraprendere tutte le azioni utili per far si che si riprendessero le attività (tramite il rilascio di una proroga alla convenzione con la Direzione Servizi Sociali per “l’attività di ippoterapia a favore di persone diversamente abili”, ndr) e ad avviare con la massima urgenza un rapporto istruttorio con gli uffici regionali in materia di rischio idrogeologico».

«Sono passati più di due mesi e dal Comune non è arrivato nulla con conseguenze devastanti per i disabili che frequentavano quel Centro e per le loro famiglie», è l’amara conclusione della lettera.

«Dopo due mesi dall’approvazione della mozione all’unanimità in Consiglio comunale, l’Amministrazione Nardella non ha fatto nulla per far ripartire tutte le attività del centro equestre fiorentino – ha commentato il consigliere comunale uscente Tommaso Grassi, ora candidato alle Europee nelle fila de La Sinistra – Non siamo per niente soddisfatti dell’operato di una Amministrazione che si disinteressa delle realtà di valore del proprio territorio»

«Eravamo convinti, dopo gli impegni formali assunti dal Comune, che mancasse solo la formalizzazione del rinnovo della convenzione della Direzione Servizi sociali per le attività di ippoterapia e di attività di riabilitazione per disabili motori e cognitivi, e così permettere al Centro Equestre Fiorentino poter riprendere il filo interrotto a fine dicembre scorso – continua Grassi – Ma siamo ancora a dover assistere all’immobilismo del Comune e la prospettiva di un anno di convenzione per la prosecuzione delle attività rimane un sogno»

«Invece che chiudere il mandato con un atto dovuto e restituire un servizio del territorio alla cittadinanza e alle famiglie, i cui figli vorrebbero frequentare giornalmente le attività del centro, sulla vicenda è calato il silenzio – conclude – Sindaco e assessori sono troppo impegnati nella campagna elettorale per potersene occupare? Pur nella vacanza del Consiglio comunale, torniamo a chiedere all’Amministrazione di far ripartire con tutte le sue attività così importanti per la cittadinanza e le famiglie, il Centro Equestre Fiorentino».

1 Commento su Centro Equestre Fiorentino, l’appello dei genitori dei disabili: «Nessuna risposta dall’Amministrazione»

  1. Ermini Elena // maggio 10, 2019 a 9:48 am // Rispondi

    … è un luogo che conosco da molto, c’ho svolto il tirocinio molti anni fa, sono stata utente del maneggio e ci ho portato mia figlia! È un luogo meraviglioso perché è educativo per com’è pensato e per la professionalità e l’esperienza di chi ci opera. Auspico che torni ad essere un’opportunità per il nostro territorio. Grazie

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.