Ciccone sul parco di Sollicciano: «promessa non mantenuta»

Parco di sollicciano Il Consigliere Vincenzo Ciccone con Marco Parenti, portavoce dei residenti, durante un sopralluogo all'area su cui doveva essere edificato il parco di Sollicciano

Dopo la nostra intervista a Marco Parenti, Consigliere di Quartiere Vincenzo Ciccone interviene sul parco di Sollicciano, promesso dagli anni ’80 e mai realizzato

In seguito all’articolo su Isolottolegnaia.it in merito al parco di Sollicciano, promesso dall’Amministrazione e mai realizzato, come raccontato da Marco Parenti, residente del rione, interviene  il Consigliere di Quartiere 4 Vincenzo Ciccone (Fi)

Parco di sollicciano

Il Consigliere Vincenzo Ciccone con Marco Parenti, portavoce dei residenti, durante un sopralluogo all’area su cui doveva essere edificato il parco di Sollicciano

«In trent’anni,  i politici dei  Comuni di  Firenze e Scandicci  si sono passati di mano il testimone delle illusioni e delle speranze di due generazioni composta di bambini,  ragazzi, mamme e anziani residenti di Casellina – afferma Ciccone –. Ciò che è stato perseguito e portato a termine sono un carcere, del quale la popolazione ne ha accettato la presenza  a patto che in cambio fossero loro costruiti servizi, e la dequalificazione che i residenti non avevano chiesto!  Oggi sono i figli dei ragazzi di allora, adesso padri, che attendono  il campetto di calcio;  mentre a pochi metri, dentro le mura di Sollicciano, gli amministratori dei comuni, del Quartiere 4,  le associazioni, le società sportive,  si adoperano per favorire le attività sportive  interne e il potenziamento delle  strutture».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.