Premio di poesia religiosa 2018, tutte le foto dei vincitori

 Concorrenti da tutta Italia per il premio di poesia religiosa e a tema libero all’Mcl San Bartolo a Cintoia

Riconoscimenti speciali anche per le realtà del territorio che hanno contribuito a  dare lustro al concorso

Si è tenuto lo scorso sabato 29 settembre al circolo Mcl di San Bartolo a Cintoia il 4° premio di Poesia religiosa e a tema libero Un cuore, una voce all’Mcl San Bartolo a Cintoia. Ma quarto solo perchè «da quattro anni è stato suddiviso in due sezioni, in realtà il concorso ha 12 anni», come ha spiegato il patron Gino Ferro, presidente dell’associazione culturale San Bartolo, promotrice del concorso. Il concorso partito dal piccolo rione di San Bartolo a Cintoia, è diventato via via sempre più importante, fino a diventare di rilevanza nazionale e vedere in gara centinaia di poesie. Tanti gli ospiti da tutta Italia.

Per il tema libero, le prime posizioni sono state vinte da «Il mio sogno è volare»   di Vitantonio Russo da Buccino (SA) e «In punta di piedi»  di Loris Apollonia  da San Giustina (BL), seguite poi a ruota da «Ho respirato il silenzio»   di M.Michela Marinello di Firenze,  «Le radici della vita»  di Giuseppe Mandia   da Perugia, «Amore»  di Padre Angelo Cipollone da Potenza  e «La Divina» di Patrizia Giorgetti da Firenze; premio della giuria  per «Amore platonico»  di Vittorangelo Corsini (PU) e   premio alla carriera  per Vincenzo Camillotti (CH) concorrente con «San Giovanni».

Per il tema religioso, fulcro da sempre del concorso,  prime posizioni per  «Un curato di campagna» di Domenico Ciarlo  da Genova  e «Mani alzate»  di  Padre Ottavio Fasano da Cuneo, seguite da «Notte ad Assisi»  di Antonino Giordano da Palermo, «I poveri»   di Marco Gandolfi da Roma e «Vedo i nomi» di Don Lino Bottin da Due Carrare (PD); premio della giuria per «Amore: sorgente di vita» di    Luisa Masala  di Sassari  e riconoscimento speciale dell’associazione per Luigina Squaiella di 92 anni  da Milano con la sua «Capire» .

«Le votazioni dei giudici sono state molto vicine sulle valutazioni – ha spiegato Ferro – Ci sono solo due  punti tra i primi ed i terzi…. Molti non sono arrivati alla premiazione per un soffio!».

L’associaizone culturale San Bartolo ha voluto poi consegnare quattro premi speciali per realtà che si sono impegnate nel campo sociale e culturale del territorio o che hanno contrinuito al lustro del concorso. Tra queste Isolottolegnaia.it, come raccontiamo in questo articolo.  È stato assegnato un riconoscimento inoltre all’associazione Honduregni Toscana, al socio ingegner Aldo Pieraccini e al  gestore del circolo Angelo Vinciguerra e alla volontaria Constantina Cindea.

Di seguito la galleria immagini della premiazione. Si ringraziano Paola ed Emilio Corsini per il reportage fotografico.

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.