Degrado al giardino di via Ussi, la protesta delle mamme

Escrementi di cane nell’area giochi, scritte pornografiche e  atti osceni, le mamme organizzano una raccolta firme

Sono state persino viste persone intrattenere rapporti sessuali nella casetta dei bambini

Sembra un piccolo paradiso per i bambini il giardino di via Ussi, dietro al supermercato di via dell’Argingrosso. Una piccola oasi colorata, proprio accanto all’asilo. Un luogo dove correre e giocare senza maccchine, tra i palazzoni del rione che i più anziani chiamano La Querce. E sì, un oasi di pace lo era davvero fino a qualche tempo fa. Poi sono cominciati i problemi.

Prima solamente inciviltà, poi vero e proprio degrado, per non dire una Sodoma in salsa isolottina. Scritte volgari, grandi falli disegnati sugli scivoli e ciò che è peggio atti osceni, compiuti insolentemente da chi crede di poter passare impunito in questa viuzza secondaria dove di controlli ne passano davvero pochi.

giardino via ussi argingrosso (4)

La casetta per bambini dove sarebbe stato visto svolgersi un rapporto sessuale in piena mattina

«Una donna è stata vista intrattenere prestazioni sessuali con un uomo, all’interno della casetta per i bambini, nell’area giochi – ha raccontato Martina, una delle mamme indignate dalla situazione in cui versa il giardinetto – In pieno giorno, alle 8,30 di mattina».  Ma questa non è l’unico fatto osceno svoltosi nel parco: «Un’altra volta, sempre di mattina è stato visto un uomo, su una panchina, con un impermeabile lungo, nudo sotto, che si tocccava» Una scena da esibizionista dei fumetti, ma da ridere c’è ben poco, piuttosto c’è da arrabbiarsi, visto che si è svolta tra il giardino per bambini e l’antistante asilo.

giardino via ussi argingrosso (2)

Il cancello sempre aperto e senza serrature

Oltre a questi due episodi spiacevoli, la vera e quotidiana lotta è quella con gli escrementi dei cani, che  alcuni padroni portano incivilmente a fare i propri bisogni anche all’interno dell’area giochi, spesso alla sera: «Non c’è pomeriggio che qualche bambino non pesti una cacca o non ci scivoli sopra – lamenta la mamma, a sua volta padrona di un cane, ma certamente più civile – I cani qui entrano, ma non potrebbero entrare. C’è tutta la parte davanti, dove si può stare con i cani (la parte di giardino esterna all’area giochi recintata, ndr). Che poi anche lì non li raccattano gli escrementi, quello è proprio un campo minato. Inoltre è pieno di buche».  E pensare che a meno di cinque minuti a piedi c’è pure l’area cani del Quadrilatero verde.

Perciò le mamme  hanno indetto una raccolta firme,  che a breve sarà disponibile al bar latteria di via Torcicoda 72, proprio davanti alla pizzeria: «Chiediamo maggiori controlli e qualcuno che chiuda il cancello dell’area giochi la sera e lo riapra al mattino. Non c’è neanche una serratura».

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.