Riunione contro la droga, Gianassi e Dormentoni: “un’assemblea costruttiva”

All’assemblea tenutasi al circolo Mcl di san Bartolo a Cintoia erano presenti anche il presidente di quartiere 4 Mirko Dormentoni e l’assessore alla sicurezza urbana Gianassi

Molte sono state le Istituzioni presenti  all’assemblea spontanea di genitori e cittadini riunitisi ieri 22 novembre 2017 al circolo Mcl di San Bartolo a Cintoia. L’assemblea si era formata infatti da un tam tam spontaneo su Wathsapp e Facebook nato dalle mamme del quartiere, e quella che doveva essere un’intervista per le nostre pagine è diventata una riunione di oltre cento persone. In particolare sono intervenuti l’assessore alla sicurezza urbana del Comune di Firenze Federico Gianassi e il presidente di Quartiere 4 Mirko Dormentoni, che hanno spiegato ai cittadini quali misuri sta già adottando e quali altre ha intenzione di adottare  il Comune per arginare la recrudescenza delle droghe pesanti che che colpisce in particolar modo i rioni prossimi alla tramvia.

«L’assemblea di ieri è stata una preziosa occasione di confronto con i cittadini –ha detto l’assessore Gianassi – È stata intensa e costruttiva. In quella sede ho confermato la mia disponibilità a lavorare con le famiglie. Siamo in contatto con le forze dell’ordine che da parte loro dedicano a queste problematiche grande attenzione e massimo impegno. Dobbiamo continuare a lavorare insieme per essere sempre più presenti sul territorio in modo da scoraggiare le presenze poco gradite».

Riunione droga in tranvia Isolottolegnaia Mcl San Bartolo a Cintoia«Ieri sera è stata un’assemblea utile, costruttiva – è stato il parere anche del presidente Dormentoni – Quando ci sono cittadini che si riuniscono preoccupati e propositivi per le nostre comunità e per gli spazi pubblici del territorio, noi non possiamo che esserne felici. Non siamo favorevoli ad allarmismi e ad etichettare il nostro quartiere come degradato. Il problema dello spaccio e uso di droghe pesanti e di eroina in particolare, presente in molti quartieri e citta italiane e non solo, è però molto grave, mon va né minimizzato, né sottovalutato. Insieme all’Amministrazione comunale ci teniamo in stretto contatto con le Forze dell’ordine per segnalare gli sviluppi del fenomeno e sollecitarne l’intervento. Poi dobbiamo anche lavorare sulla informazione e prevenzione con le scuole e le famiglie, con i comitati dei Genitori così presenti e partecipati nel nostro quartiere. Da questo punto di vista ho già in agenda un incontro con il Serd e con le cooperative che lavorano in strada sulla prevenzione e il monitoraggio. Ci lavoreremo anche con le nostre commissioni competenti (Servizi Sociali e Servizi Educativi e Culturali). E restiamo a piena disposizione dei cittadini con cui ci siamo incontrati ieri. Presto un nuovo incontro / sopralluogo insieme all’assessore Gianassi e a rappresentanti di Carabinieri e Polizia di Stato».

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.