Gli studenti dell’Istituto tecnico Meucci diventano Angeli del Bello

Una delle scuole superiori del nostro Quartiere 4

Angeli del Bello e allievi dell’Istituto tecnico Meucci insieme per pulire gli spazi esterni della scuola

Oggi la prima giornata operativa, la prossima sarà il 2 maggio

Gli Angeli del Bello e gli studenti collaborano insieme a ripulire il giardino e i grandi spazi esterni dell’ Istituto Tecnico Meucci di via del Filarete.  Oggi martedì 17 aprile 2018 è cominciata la prima giornata che ha visto una partecipatissima pulizia, aiutata anche dal bel clima primaverile, cui hanno partecipato 23 ragazzi. Ma questa è stata sola la prima delle due giornate, che vedono coinvolte complessivamente tre classi di seconda, per un totale di 64 studenti, due insegnanti e tutti quei volontari degli Angeli Del Bello che si sono resi e si renderanno disponibili.Il secondo appuntamento per i giovani spazzini sarà mercoledì 2 maggio 2018.
«Nell’ottobre dello scorso anno alcuni insegnanti dell’Istituto Tecnico Industriale Statale A. Meucci hanno preso contatto con gli Angeli Del Bello per studiare la possibilità di una collaborazione tra le due istituzioni per migliorare il loro ambiente scolastico – ha spiegato Irene Gherdovich, promotrice del progetto – A questo, hanno fatto seguito il 6 e il 7 febbraio gli incontri con gli alunni per sollecitare idee e proposte sugli interventi prioritari da attuare negli spazi in cui quotidianamente vivono. La proposta di alcuni, di prendersi cura del giardino e dell’area che circonda la scuola, ha trovato l’approvazione dell’unanimità dei ragazzi».
«Oggi abbiamo affiancato  i 23 alunni di una classe, mentre  mercoledì 2 maggio dalle 11,10 alle 12,55, all’inizio i ragazzi saranno 20 a cui si uniranno, alle ore 12, altri 21 studenti – ha continuato Gherdovich  – È un lavoro di micropulizia degli spazi esterni da carte e rifiuti vari riconducibili alle merende, ma anche da foglie, terra, ghiaino da riportare nella sede originaria. I ragazzi lavorano in gruppi con l’aiuto degli insegnanti e dei volontari e vengono dotati di bastoncini prensili, scope, rastrelli, zappette, sacchi e guanti in parte forniti dalla scuola».
E Bello per Bello, già che ci siamo, conviene abbellire ancora di più questo giardino: «I ragazzi hanno richiesto inoltre di dotare il giardino, nella zona dove c’è il prato, di panchine e tavoli da usare durante la ricreazione e pertanto il progetto, nella sua seconda fase, vedrà la costruzione di sedute e tavolini realizzati con pancali di legno di recupero – ha concluso – Il giardino verrà dotato, per la raccolta differenziata dei rifiuti, di nuovi cesti da esterno che saranno fondamentali per le future pratiche virtuose da parte degli alunni».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.