La biblioteca dell’Isolotto per i bambini: tante iniziative Junior

Alla biblioteca dell’Isolotto continuano le iniziative per i bambini. A maggio ci si divertirà tra caccia all’orso e arte, elettronica e giochi

Biblioteca luogo per studenti in panico pre esame e intellettuali barbosi?  Edificio di silenzio accademico e libri polverosi? Alla biblioteca dell’Isolotto  nossignori. Perché tra iniziative per grandi e piccini, tra scienza, arte, letteratura, musica e quant’altro, ormai è diventata una vera e propria cittadella della cultura. Dove neppure i bambini sono esclusi, anzi: spesso sono i protagonisti. E maggio 2017 non fa eccezione. Sono almeno quattro i gli incontri previsti per i bambini.

Questo mercoledì 3 maggio alle 17.00 ci saranno etture animate tratte da Orso buco di Nicola Grossi (Minibombo, 2013), Un libro per Orso di Bonny Becker (Nord-Sud, 2014), Una canzone da orsi di Benjamin Chaud (Franco Cosimo Panini, 2013). A seguire matite, cere e pennarelli per liberare la fantasia e realizzare il nostro lupo preferito! (per bambini ddai 4 ai 6 anni).

A seguire, sabato 6 maggio alle 10.30, Prendi parte all’arte di Bill Viola, un’iniziativa che si svolge nell’ambito della mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico in corso a Palazzo Strozzi fino al 23 luglio 2017. L’iniziativa isolottina consiste in un laboratorio per famiglie a cura della Fondazione Palazzo Strozzi (5-10 anni)

Sabato 20 maggio dalle  invece si terrà un dooppio appuntamento: dalle 10:45 alle 11.30 C’era un prato verde, un gioco interattivo e di scoperta a cura dei mariottinai e nonni leggendari (4+ e famiglia), dalle 16.30 invece il pomeriggio è dedicato ai piccoli aspiranti astronomi con Come catturare il sole. L’incontro consterà di letture e di un laboratorio scientifico, dove bambini costruiranno un telescopio gigantesco per poter osservare il sole. l’incontro è a cura dell’Osservatorio Astrofisico di Arcetri. (6+)

Infine, sabato 27 maggio alle 16:30 saranno gli aspiranti scienziati i protagonisti, con La scienza in tasca! L’anno del Quasicristallo. Cosa hanno in comune la lametta della barba o le pellicole antiaderenti delle pentole con il quasicristallo? Sembra una parola magica, ma il quasicristallo per quanto rarissimo in natura esiste davvero e nasconde una particolare struttura che risponde a questa domanda. Gli esperti parleranno ai più piccoli per capire cos’è, in cosa è diverso da un cristallo e provare a giocarci. I bambini potrannoportare la propria collezione privata di cristalli o minerali e tanta curiosità! A cura di Scienza in fabula. (8+)

 Gli incontri sono su prenotazione anche telefonica allo 055710834

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.