La Torre a Bellosguardo e i Wittelsbach

villa La Torre a Bellosguardo

Villa La Torre a Bellosguardo, con la sua straordinaria bellezza, è sicuramente degna di re e regine.

Rupprecht e AntoniaIl casato dei Wittelsbach è una dinastia originaria della Baviera, assurta al grado di famiglia reale e considerata la più antica d’Europa. Durante gli anni Trenta re Rupprecht e la regina Antonia con i loro figli vivevano ancora nella residenza ufficiale, il palazzo di Leuchtenberg e nei mesi estivi si spostavano alla periferia di Monaco, a Schloss Nymphenburg, il “Castello delle ninfe” oppure a Schloss Berchtesgaden vicino Salisburgo. Nel 1933 le visite estive a quest’ultima residenza furono interrotte per volontà del re che aveva saputo che nei pressi anche Hitler – che quell’anno era stato nominato cancelliere del Reich – aveva una casa e voleva evitare di incontrarlo.

Il re aveva una lunga storia di opposizione ai nazisti che risaliva al primo tentativo di Hitler di conquistare il potere nel 1923, ma quando questi riuscì a prendere il controllo della Germania immediatamente cominciò a rimuovere ogni dissenso, a cominciare dalla confisca di molte delle residenze di proprietà della famiglia reale.

E’ legato a questo difficile momento, alla vigilia dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, il soggiorno di re Rupprecht e della sua famiglia a villa La Torre a Bellosguardo. Proprietario della villa era il barone Giorgio Franchetti la cui moglie tedesca, Marion von Hornstein vi ospitava spesso nobili e intellettuali continuando la tradizione della residenza che aveva visto passare letterati come Guido Cavalcanti, Ugo Foscolo e Gabriele d’Annunzio, lo storico Francesco Guicciardini, artisti come Bernardino Poccetti e Pietro Francavilla, la stessa regina Vittoria d’Inghilterra era ospitata a Bellosguardo durante i suoi viaggi in Italia.

Gran parte della guerra fu vissuta dalla famiglia reale tedesca a Firenze. La terzogenita del re, Editha, rimasta ospite più a lungo degli altri componenti a villa La Torre, sposerà un fiorentino, Tito Brunetti.

3 Commenti su La Torre a Bellosguardo e i Wittelsbach

  1. Francis Anthony Peters // maggio 24, 2017 a 10:46 am // Rispondi

    L’imperatrice Elisabetta (Sissi) moglie di Francesco Giuseppe, era una Wittelsbach, come il suo cugino, Ludwig, re di Baviera.

  2. Giorgio Pozzolini // ottobre 17, 2017 a 1:56 am // Rispondi

    Editha era la mia nonna, mia madre Serena Brunetti nata in Italia ma cresciuta a Monaco di Baviera, poco più che ventenne è tornata a vivere a Firenze. ..

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.