Monticelli e il mistero di via del Chiesino

In via del Chiesino un antico stemma con un ferro di cavallo e tre funghi sormonta un portone

C’è chi dice fosse un vecchio spedale, ma nessuno finora ha saputo dirci cosa fosse con precisione

Nello storico rione di Monticelli, in via del Chiesino al civico 7, sopra il portone si trova un vecchio stemma raffigurante tre funghi sormontati da un ferro di cavallo. Potevamo non chiederci c0sa fosse? Isolottolegnaia.it vuole prima di tutto riscoprire le piccole cose e la cultura del quartiere… ma ahime, se di solito vi sveliamo tanti misteri, stavolta ci tocca a chiedere a voi!

Abbiamo fatto ricerche in letteratura, senza risultati; abbiamo persio suonato il campanello ad alcuni inquilini dello stabile ma pare sia lì da sempre e neppure loro ne conoscano l’origine. Solo un signore, che abita nella via da lungo tempo ha detto di aver sentito in gioventù che lì, non sa in quale epoca vi fosse uno spedale. La cosa non meraviglierebbe, perché via Pisana è da tempo immemore via di transito e di pellegrini, che conduce da Firenze alla costa e lungo la via Pisana erano moltissimi gli spedali, che un tempo, oltre ad accogliere malati e infermi, erano un luogo di sosta e ristoro per poveri viandanti.

antico spedale via del chiesinoCome per esempio lo Spedale di San Biagio, che si trova a pochi passi, appena girato l’angolo; o lo Spedale del Cappone, all’altezza della Federiga, qualche centinaio di metri più giù. A pochi passi si trova anche il convento di San Pietro a Monticelli, tuttora attivo, ed è facile immaginare come questo luogo fin da tempi antichi faccia da polo di iniziative caritatevoli nei dintorni. C’è da dire poi che tanto i funghi quanto il ferro di cavallo sono simboli di buon auspicio. Quindi, nell’ipotesi che fosse uno spedale, lo stemma poteva essere di buon augurio per i malati e per coloro che dovevano intraprendere un viaggio.

Ciò che sappiamo è che via del Chiesino, come spiegato meglio in questo articolo, così si chiama perchè qui si trovava uno dei tanti oratori di campagna, che spesso erano curati da compagnie di carità cristiana, le quali altrettanto spesso curavano anche gli spedali.

Ma, noi che di araldica e di stemmi non ce ne intendiamo, potremmo anche aver preso un granchio: potrebbe essere che si tratti semplicemente di un falso storico? Ma sono solo ragionamenti inferenziali, il mistero dello stemma di via del Chiesino rimane. sapete svelarcelo o resterà uno degli affascinanti, misteri del nostro quartiere?

1 Commento su Monticelli e il mistero di via del Chiesino

  1. Io sapevo che dove c’è un ferro di cavallo prima c’erano delle scuderie o maniscalco o stalle.
    I funghi potrebbero essere un richiamo al nome del proprietario?

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.