No alla droga sul tramvia, le mamme in assemblea

Foto di David Fabbri

Si è tenuta ieri al circolo Mcl di San Bartolo a Cintoia un’assemblea spontane di genitori preoccupati per il  massiccio ritorno dell’eroina nel quartiere

Intervenuti anche l’assessore Gianassi e il presidente di Quartiere 4 Dormentoni. Richiesto personale di controllo a bordo del tram e alle fermate

Ieri mercoledì 22 novembre 2017 al circolo Mcl di San Bartolo a Cintoia si è tenuta un’assemblea riguardo al problema dello spaccio di droga lungo la tramvia. Tutto è nato spontaneamente da quella che doveva essere un’intervista a un ristretto gruppo di mamme preoccupate per la recrudescenza dell’eroina che si sta verificando negli ultimi mesi nel Quartiere 4, ma che a causa di un incredibile tam tam su Whatsapp e Facebook si è trasformata  in poche ore in una riunione che ha visto la partecipazione di oltre cento persone, tra genitori, Istituzioni e associazioni. Moderavano l’incontro Carlo Casini, di Isolottolegnaia.it, e Simonetta Quieti, mamma del quartiere.

«Dovevamo essere “4 amici al Bar”, ma che si sono moltiplicati per…direi 25, visto che eravamo un centinaio – ha detto Simonetta Quieti – Doveva essere un’intervista a qualche mamma e si è trasformata in un’assemblea con una considerevole partecipazione, ben oltre ogni previsione. È stato dibattuto il tema dello spaccio di droga pesante nel nostro quartiere, con interventi vari e assolutamente corretti.  Oltre al giornalista Carlo Casini, sono intervenuti  presidente del Q4 Mirko Dormentoni, l’assessore Federico Gianassi e tanti cittadini che chiedevano e chiedono controlli e uomini sul territorio, affinché il nostro quartiere non ripiombi nel tetro incubo dello spaccio e del consumo senza fine dell’eroina, del degrado, della sensazione già decisamente reale della “non sicurezza “.  È emerso anche il problema degli spacciatori utilizzati, che sono adolescenti, e per i quali è più facile avvicinare i coetanei per vendere la droga. Abbiamo richiesto telecamere alle fermate e a bordo della tramvia; inoltre personale di vigilanza a bordo della tramvia, oltre che polizia in borghese con cani a fermate e a bordo soprattutto in concomitanza dell’entrata e uscita delle scuole, orari in cui gli spacciatori abbondano, proprio perchè intenzionati a vendere droga agli adolescenti. Sarebbero poi opportuni controlli fuori dalle scuole (non dentro, non vogliamo militarizzarle). Sia Dormentoni che Gianassi si sono impegnati a fare in modo che il quartiere non vada alla deriva con varie iniziative che ci auguriamo  che possano essere realizzate al più presto. Grazie a tutti coloro che si stanno impegnando trasversalmente affinché tutto questo si possa realizzare, cittadini, istituzioni, forze dell’ordine, tutti coesi verso lo stesso obiettivo»

«Grazie a tutti quelli che hanno partecipato – ha detto Angelo Vinciguerra del circolo Mcl San Bartolo a Cintoia –  In qualsiasi momento si voglia organizzare un incontro per questo gravissimo problema, che coinvolge tutti, noi del circolo Mcl siamo sempre disponibili a darvi degli spazi. Bravi, non mollate! Un ringraziamento speciale mi sento di farlo alle forze dell ordine, carabinieri e polizia, che sono state sempre presenti ogni qualvolta c’era bisogno del loro supporto essenziale; in particolare modo grazie mille al nucleo operativo della caserma di Legnaia»

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.