Passerella dell’Isolotto, i commercianti: affari dimezzati

I commercianti di piazza dell’Isolotto: «volume d’affari quasi dimezzato, vogliamo la riapertura della passerella in tempi brevi e una data certa»

Mirko Dormentoni: «come Quartiere 4 siamo arrabbiati tanto quanto i cittadini e i commercianti»

Ci sono forti maldipancia tra i commercianti di piazza dell’Isolotto per la chiusura della passerella. L’attardarsi della riapertura del ponte pedonale che congiunge la piazza alle Cascine ha infatti portato un drastico calo del volume degli affari.

 «Siamo arrabbiati neri perché manca l’informazione sulla data di riapertura – ha esordito Santino, il tabaccaio sotto i portici – Non sapiamo come organizzarci e come al solito a rimetterci siamo noi commercianti. A settembre abbiamo fatto una riunione con l’Amministrazione alla casa del popolo in via Maccari dove ci dissero che era questione di settimane, avrebbe dovuto riaprire a ottobre. Per la mia attività il volume d’affari, da quando è chiusa la passerella, è calato di circa il 30%. ma la cosa peggiore è che nessuno ci sta informando sull’evolversi dei lavori, nessuna data certa di riapertura».

«Non riusciamo a sapere il perché questa passerella non vada avanti – ha dichiarato Sabrina, la lattaia – Non ci dicono niente e sì, che abbiamo provato a informarci. Da quando la passerella è chiusa, la piazza  sta morendo. Avevamo tanto passaggio di gente, soprattutto alla mattina e nel tardo pomeriggio, i lavoratori, le persone che andavano a passeggiare alle cascine, i ragazzi di Agraria… il martedì poi, con il mercato delle Cascine c’era davvero tanto afflusso. Ora è tutto fermo, gli affari sono molto calati. Ma non è un problema solo per noi commercianti, questo in realtà è un problema di tutta la città: quelli che prima facevano la passerella a piedi, ed erano migliaia, ora prendono la macchina e fanno tutto il giro da ponte alla Vittoria creando traffico e inquinamento. In altri Paesi in un mese fanno un ponte da zero, qui invece non si sistema nemmeno una passerella in quattro mesi… la città è divisa in due, è vegognoso! Richiediamo che venga riaperta al più presto la passerella; se non viene riaperta subito, almeno ci spieghino il perché. Ci devono dare delle risposte, ne abbiamo diritto: chiediamo soltanto di poter lavorare!».

«La clientela è quasi dimezzata – ha affermato Eva, la barista del bar i Portici – Non ne possiamo più, ogni volta che ci hanno detto una data, questa data è sempre stata spostata. Diteci una data certa e ovviamente a breve scadenza!».commercianti piazza dell'isolotto in protesta per chiusra passerella isolotto

«Come Quartiere siamo preoccupati e arrabbiati come lo sono i cittadini e i commercianti – ha detto il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – Stiamo monitorando quotidianamente la situazione, i tecnici del comune stanno spingendo la ditta affinché finiscano i lavori, per i quali mancano soli pochi giorni di lavorazione.  Deve essere fatta l’impermeabilizzazione, che doveva cominciare oggi. ma c’era la pioggia che l’ha impedito; poi c’è la asfaltatura, la posizione di parapedonali all’ingresso e il collaudo. Dipende tutto dalla ditta che deve finire i lavori e negli ultimi giorni pare sia ben predisposta. I materiali sono già in cantiere. Dipende inoltre dal meteo, perché per posizionare i materiali è necessario che non piova e  per asfaltare che non sia eccessivamente freddo.  Non abbiamo una data certa da dare, ma i nostri tecnici stanno lì giorno giorno a verificare la situazione. I ritardi sono dovuti al fatto che la ditta, dopo il varo della campata, ha rallentatto i lavori e su questo il Comune non ha strumenti. Siamo andati molto vicini a rescindere il contratto, ma adesso manca così poco che sarebbe assurdo rescinderlo»

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.