RosaMimosa 2018, di corsa alla Festa della donna

Il 10 marzo torna Rosamimosa, tante le novità di questa edizione

Borse di studio in palio per gli studenti degli istituti superiori Marco Polo di Firenze e Agnoletti di Campi Bisenzio e Sesto

«Come ogni anno, la manifestazione podistica Rosamimosa si svolgerà il sabato più prossimo alla festa della donna e quindi per questa edizione il 10 Marzo 2018 – ha annunciato il vice presidente del Gruppo sportivo le Torri Gianni Gambetta Vianna – Il Consiglio del Gs Le Torri, gruppo sportivo da sempre impegnato nella diffusione (delle iniziative sportive, sociali e culturali, ndr) presso i propri soci e nel tessuto sociale della città di Firenze, ha deciso di impegnarsi fortemente, tra le altre corse organizzate, per la crescita e riuscita di questa manifestazione agendo a 360°».

«Per prima cosa in questa edizione sotto l’aspetto sportivo vero e proprio abbiamo investito nel servizio di cronometraggio ufficiale a cura di Mysdam con chip integrato ma soprattutto avendo ottenuto l’assegnazione del titolo di Campionato regionale femminile di corsa su strada Uisp – ha continuato Gambetta Vianna – Soprattutto però avremo molte novità con implicazioni nel tessuto sociale e coinvolgimento di due grandi istituti di istruzione superiore relative al tema del femminicidio: ci sarà infatti una corsa collaterale alla gara dedicata ai due istituti superiori contattati, liceo Agnoletti di Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio e Marco Polo di Firenze, che assegnerà ben tre borse di studio consistenti nella fornitura completa del pacchetto di libri per l’anno scolastico 2018-2019 offerte dalla cartolibreria Babyssimo di Campi Bisenzio».

«Due borse saranno assegnate alle due studentesse, una per istituto, che redigeranno il miglior elaborato sulla traccia proposta (vedi qui ) ed una terza verrà assegnata alla prima arrivata della corsa di 1.9km – ha puntualizzato – Queste attività verranno supportate da attività specifiche sulla tematica effettuate dalla nostra socia dottoressa psicologa Serena Gallorini. L’intento con tutte queste iniziative è di riuscire a coinvolgere il maggior numero possibile di atlete competitive della regione, ma soprattutto mantenere alta la focalizzazione su un tema così drammaticamente vivo in questi tempi».

«Dal punto di vista squisitamente sportivo il percorso agonistico sarà il classico anello di circa 8 km che parte dal Campo comunale Betti (“Il Filarete”) per salire sulle colline e ritorno, affiancato dalla passeggiata ludico motoria aperta a tutte di circa 5km e al nuovo percorso dedicato alle scuole – ha concluso il vice presidente – Il Campionato tutto al femminile è un’edizione particolare, l’arrivo sarà in una bellissima cornice di festa ed il nostro intento principale è far percepire quanto lo sport possa eliminare le differenze di genere e di qualsiasi altro tipo e farci osservare il mondo da un punto di vista migliore».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi