Alluvione – Storia d’una goccia d’ acqua

Di Ricce - Opera propria, Pubblico dominio

Nella 61esimo anniversario dell’alluvione di Firenze, una poesia di Nicola Biagi

L’allluvione di Firenze vista da una goccia d’acqua prima di cadere su Firenze il 4 novembre 1966

Storia d’ una goccia d’ acqua

Oh cara Firenze, come ti vedo dall’ alto del cielo
Oh Firenze amor mio, oggi sarò costretta a cadere su di te
Oggi dovrò portarti la mia carezza, che non sarà lieve,
non sarà fresca, non sarà la carezza di una goccia d’ acqua innamorata di te
e che nell’ immenso del cielo ti vuol bene e ti ama.
Sarà la carezza mia contro il mio volere
a caderti addosso come un macigno, a portar via il tuo bel sorriso
e la tua immensa bellezza che solo gli angeli a mani nude coperte di fango, potranno nuovamente donarti per sempre.

Nicola Biagi

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.