Totoro, la recensione di Nicola Biagi al Nuovo Cinema Montagnola

Nuovo Cinema Montagnola, «Anche se era un sogno, non è stato un sogno»: Il mio vicino Totoro raccontato dal nostro Nicola Biagi

È andata anche la seconda proiezione della rassegna di film per grandi e piccini dell’ iniziativa Nuovo cinema Montagnola . In programma come secondo film, Il mio vicino Totoro,, il capolavoro d’animazione del maestro Hayao Miyazaki e prodotto dallo studio Ghibli. Una pellicola dove l’animazione sostituisce a pieno la figura umana nella grande magia del cinema e, con una delicatezza estrema, rapisce grandi e piccini davanti al grande schermo prendendoli per mano, trasportandoli in una terra lontana: il Giappone, così moderno e tecnologicamente avanzato ma capace di restare legato profondamente alle sue radice e alle sue tradizioni.

Un viaggio sulle ali della fantasia, dove i piccoli a bocca aperta godono delle meraviglie del tratto del maestro Miyazaki e i più grandi restano affascinati da una favola fantastica. Tutti trasportati nel vento e dal vento che lo spirito Totoro genera con le sue urla e comanda a suo piacere. Tutti a bordo, nessuno escluso sul gatto-bus a 12 zampe pronto a portarci verso mondi lontani, nella fantasia di ognuno di noi, sulle ali di un invisibile vento che in un filo sottile ci lega insieme uniti dalla magia del grande schermo, la settima arte che periodicamente rivive nel Quartiere 4 forte della bella iniziativa.

Anche se era un sogno, non è stato un sogno e ad ognuno dei presenti qualcosa è rimasto, la speranza di poter un giorno incontrare un vicino come Totoro capace di portarti via nel vento e far germogliare migliaia di piante per rendere ancor più bello il nostro mondo agli occhi di ogni bambino.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.