Uno sportello per le difficoltà a San Bartolo a Cintoia

Lunedì 12 febbraio alle 21:00 all’Mcl di San Bartolo a Cintoia una riunione organizzativa aperta a tutti per attivare uno sportello per le difficoltà e i bisogni

Chiunque voglia  donare un briciolo del proprio tempo per aiutare le famiglie in difficoltà del Quartiere è invitato a partecipare e a entrare a far parte della squadra

L’associazione Mcl San Bartolo a Cintoia sarebbe intenzionata ad aprire uno sportello multi servizio per le difficoltà, le povertà e i bisogni. Per questo lunedì 12 febbraio  2018 alle 21:00 si terrà una riunione organizzativa aperta a tutti coloro cui piacerebbbe collaborare, anche solo poche ore, e a tutti coloro che volessero informarsi sul progetto. Un piccolo servizio a beneficio di tutto il Quartiere. Perché dall’oggi al domani, qualunque famiglia può trovarsi in difficoltà.

«L’idea nasce dalla constatazione che la crisi economica ha avuto pesanti riflessi anche sul nostro territorio – spiegano i consiglieri Carlo Casini, Sandra Badii e Marzia Grando – Il rione di San Bartolo a Cintoia ha sofferto particolarmente questa congiuntura, perché qui più che in altri territori del quartiere, vi una concentrazione piuttosto alta di famiglie appartenenti alle classi più fragili della popolazione. Lo sportello consterebbe di un ascolto iniziale della persona in situazione di difficoltà. Vogliamo andare ad agire innanzitutto sulle cause della difficoltà o della povertà e non sulla mera erogazione. Per usare una metafora, vogliamo cercare di tappare la falla alla barca, piuttosto di svuotare l’acqua con il secchiello. L’ascolto sarà mirato innanzitutto a individuare quali sono i bisogni della persona. Una volta che i volontari avranno individuato questi, la persona  sarà  indirizzata a un appuntamento con uno degli specialisti del circolo per un orientamento legale, lavorativo o psicologico. Dei nostri soci avvocato, sindacalista e psicologa si sono resi disponibili a fornire un orientamento gratuito agli utenti che si rivolgeranno allo sportello. Altre figure professionali/servizi potranno essere attivati secondo le disponibilità e le competenze di ulteriori volontari».

«Vorremo parallelamente anche pensare ad agire su qualche bisogno più imminente – continuano i consiglieri – In accordo con il gruppo Aiutiamo i senzatetto a Firenze, con il quale abbiamo già rapporti di collaborazione, lo sportello vorrebbe inoltre fare distribuzione di vestiario e altri generi di prima necessità (coperte, lenzuola, utensileria) per famiglie in forte difficoltà economica. Vorremmo inoltre mettere in rete il servizio  sia con la parrocchia locale di San Bartolo a Cintoia, sia con i Servizi sociali del Quartiere, per costruire una realtà quanto più efficace e integrata. Parteciperà il consigliere di quartiere Vincenzo Ciccone, membro della commissione Politiche sociali, che aiuterà ad illustrare il processo di messa in rete istituzionale del servizio. Abbiamo pensato inoltre di invitare alla riunione valutativa un esperto della Caritas diocesana di Firenze che possa dare utili consigli per favorire il processo di avvio e di messa in rete dello sportello».

«Ci manca ancora solo una cosa fondamentale: avere quanti più volontari possibili per garantire la continuità e l’efficienza dello sportello – concludono dall’Mcl – Non è necessario avere altro se non spirito di solidarietà e buona volontà. L’impegno che richiediamo è minimo, bastano anche solo un paio di ore al mese. Per voi è così poco, ma per gli altri, per chi ha bisogno, sarà tantissimo. Vorremmo perciò invitare chiunque sia interessato e voglia davvero aiutare le famiglie povere del quartiere alla riunione organizzativa che si terrà il prossimo lunedì 12 febbraio 2018 alle 21:00 al nostro circolo Mcl di San Bartolo in via di San Bartolo a Cintoia 32/d»

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.