Via Lunga, ancora problemi con parcheggi e allagamenti

Situazione via Lunga vicino alla Federiga mai risolta: marciapiede mai sistemato, fondi che si allagano, parcheggi usati come scambiatore per la tranvia, transenne abbandonate

Sembrava sulla buona strada la risoluzione dei problemi di via Lunga nei pressi di piazza della Federiga, dove i residenti dei palazzi tra il civico 14 e 28 sono in protesta ormai da due anni. Un problema di ci eravamo occupati a più riprese, dando voce al perdurare dei disagi dei frontisti. Il più colpito dai continui allagamenti dovuti a un manto stradale con errata pendenza è il falegname Luca Razzolini, tanto che per la tutela dei diritti dell’artigiano aveva annunciato battaglia in seguito anche Conflavoro Pmi. I disagi dei residenti, cui era stata data ampia voce su queste pagine, sembravano essere in via di risoluzione, ma così non è stato.

In questo tratto infatti, il marciapiede è affiancato da un controvialetto, il cui manto è completamente disastrato dalle radici dei pini. Questo comporta sia disagi ai pedoni, che rischiano di inciampare a ogni passo, sia soprattutto il non corretto deflusso delle acque verso i tombini, che si riversano sui fondi del pian terreno, causando spesso allagamenti.    transenne via lunga ottobre 2018 (2)

Se il problema degli allagamenti era stato parzialmente arginato (ma affatto risolto) con delle tracce in terra che permettono a parte dell’acqua di defluire verso le fognature (lasciando così di fatto un cantiere aperto), e le buche peggiori chiuse in un groviglio di transenne, ancor più a preoccupare gli abitanti c’è la situazione dei parcheggi. Da sempre infatti in questo controvialetto si è potuto parcheggiare, poi è stato deciso di interdirlo alle automobili con dei paletti.  Risultato: i parcheggi che già scarseggiavano, sono diventati assolutamente insufficienti. A maggior ragione vista l’abitudine dei residenti del quartiere e non di usare questa strada come parcheggio scambiatore per la tranvia. A peggiorare ulteriormente la situazione c’è il notevole afflusso pomeridiano alla vicina sala scommesse. Una vera giungla, tra chi parcheggia nello spazio residenti senza averne diritto, chi  sulle strisce blu senza pagare e chi inventa parcheggi artistici qua e là. E l’intervento dei vigili urbani, solo sporadico, nonostante le ripetute chiamate, assicurano i residenti.transenne via lunga ottobre 2018 (4)

«Il posto per carico e scarico merci è costantemente occupato  da macchine parcheggiate fisse e non passano mai i vigili a fare le multe, non si vedono mai, eppure sì che li chiamiamo – ha esordito il falegname – Devo caircare e scaricare mobili pesanti anche quintali, come faccio? Chi ci tutela? Prima almeno, quando non c’erano le strisce disegnate in terra, era più semplice. Perché hanno disegnato le strisce blu? Perché i residenti possano avere i propri posti sulle bianche. Ma quelli  che vanno a prendere la tranvia li occupano tutti. Anche perché diversi di questi sono della Zcs e non si può nemmeno fare niente. Molti altri no. E così vengono messe anche sulle blu. Siamo diventati un parcheggio scambiatore. Poi ci sono i clienti della sala scommesse al pomeriggio, che li occupano tutti. Dobbiamo sempre andare alla sala a richiamare gente. Dalle 16 in poi è guerra, parcheggiano anche qui dentro, sui passi, ovunque, la mettono pure sul parcheggio degli invalidi».transenne via lunga ottobre 2018 (3)

«L’intervento della polizia municipale è pressoché inesistente – ha proseguito Razzolini –Alcune macchine rimangono per un mese, non le portano via nemmeno con la pulizia strade. Lo vedì quel camper lì davanti? È lì da almeno venti giorni. È giusto tutto questo?».

transenne via lunga ottobre 2018 (5)C’è poi tutto il problema del marciapiede disastrato, canteirizzato, con errata pendenza e mai sistemato: «Con il vento le transenne cadono e dobbiamo  tirarle su noi – ha continuato disperato Luca – A primavera hanno fatto quelle tracce, si riempiono continuamente di sudicio e dobbiamo pulirle noi. Aprire quei tombini e pulire, noi, da soli.  Altrimenti si allaga tutto, in due minuti l’acqua invade i fondi. Abbiamo pure mandato una pec per segnalare i problemi e non hanno risposto.  Una chicca? I lampioni: lì hanno messi… ma non li hanno allacciati alla corrente, si sono accorti dopo che non era possibile. Così ci sono i lampioni ma è buio e con le buche e le transenne… tanto per aiutare meglio la gente a inciampare!»transenne via lunga ottobre 2018 (1)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.