CronacaNews

Moschea ai Lupi di Toscana, rispunta l’ipotesi

Nelle Osservazioni della Maggioranza in Quartiere 4 al Piano particolareggiato, si ripropone di realizzare edifici per le comunità religiose più carenti nella città metropolitana, riportando l'esempio di quella islamica

Il_Tazebao

Forza Italia reagisce chiedendo un tavolo di confronto con tutte le forze politiche: «Il dialogo con l’Islam, auspicabile e nobile, ma non può però principiare dal permettere la costruzione di una moschea»

Sembrava ormai archiviata l’ipotesi di una Moschea nella ex caserma dei Lupi di Toscana. E invece ieri è rispuntata la  proposta di utilizzare questo spazio tra Firenze e Scandicci fatta dal sindaco Nardella esattamente quattro anni or sono (ma già emersa precedentemente): correva il marzo 2017. Stavolta, a suggerire l’idea di un centro di culto islamico nella cittadella che nascerà al posto della Gonzaga, la maggioranza in Consiglio di Quartiere 4 nelle Osservazioni sulla proposta di delibera consiliare 16/2021  sul  “Piano particolareggiato di iniziativa pubblica ex caserma Lupi di Toscana con contestuale variante al Regolamento Urbanistico e al Piano strutturale. Adozione

Nel documento la maggioranza in Quartiere esprime generale soddisfazione per il Piano; ma tra le importanti «funzioni pubbliche di rilevanza metropolitana, che le assegnino un’ulteriore qualificazione e che concorrano a farne uno dei nuovi centri dell’area metropolitana fiorentina», indica anche di realizzare edifici per i culti religiosi, prioritariamente per quelle confessioni che ne sono più carenti:

«Riteniamo inoltre necessario – si afferma nell’atto – avviare una riflessione sulla pubblica utilità di individuare nell’area, intesa come tutto il vasto comparto disegnato attualmente nel Regolamento Urbanistico, la possibilità di realizzare attrezzature collettive consistenti in spazi/edifici per uno o più culti religiosi (e le relative dimensioni culturali e sociali) a partire dalle esigenze delle comunità religiose maggiormente carenti nella città metropolitana fiorentina (es. islamica), anche attraverso eventuali percorsi partecipativi. In questo senso ricordiamo che anche durante il percorso “Non case ma Città 2.0” del 2016 è emersa una richiesta che è agli atti»

Pronta e dura la reazione di Forza Italia alla proposta
«Nessun pregiudizio nei confronti di nessuna religione ma durante una pandemia che ha messo in ginocchio l’economia della nostra città spendere soldi pubblici per qualsiasi religione ci sembra alquanto assurdo, l’amministrazione si preoccupi di contrastare la pandemia e di come far ripartire l’economia invece di reinventarsi agente immobiliare – dicono il capogruppo di Forza Italia Mario Razzanelli ed il capogruppo al Quartiere 4 Davide Bisconti – Se una comunità religiosa ha intenzione di realizzare un luogo di culto lo faccia a proprio spese e seguendo tutti gli iter previsti dalla legge come qualsiasi privato e senza nessuna via preferenziale da parte dell’amministrazione».

«Forza Italia rinnova il suo appello al Sindaco Nardella e all’assessore Martini, con delega ai rapporti con le confessioni religiose, affinché si convochi rapidamente un Tavolo comunale con tutte le forze politiche di maggioranza ed opposizione presenti in Consiglio, per discutere del tema Moschea e fare chiarezza – continuano i due azzurri – Il dialogo con l’Islam, auspicabile e nobile, non può però principiare dal permettere la costruzione di una moschea.
Deve invece iniziare da valori condivisibili a livello naturale (che è ciò che veramente ci unisce, mentre le fedi ci separano), dai diritti naturali dell’uomo, dalla libertà religiosa, dalla pari dignità tra uomo e donna, dalla necessità di distinguere la sfera religiosa da quella politica, per non rischiare di scadere facilmente in un fondamentalismo politico ammantato di religiosità. Partire invece dalla Moschea, è come iniziare la costruzione di una casa dal tetto anziché dalle fondamenta».

 

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close