CronacaNews

Acoltellò un uomo alle Cascine, catturato latitante

Era scappato in Sudamerica nel suo Paese di origine. Ieri ha tentato di rientrare in Italia ma ha trovato la Polizia ad attenderlo in aeroporto.

Il_Tazebao

 Il 12 giugno 2020 un giovane peruviano di 25 anni fu trovato gravemente ferito dalla Polizia al parco delle Cascine  e trasportato all’ospedale d’urgenza: era stato infatti accoltellato più volte ed era in pericolo di vita.  Le volanti della Questura di Firenze erano intervenute in piazza Vittorio Veneto dove era stato segnalato un uomo straniero pugnalato al collo.

Dalle indagini emerse che un paio d’ore prima il peruviano aveva litigato con un 50enne dell’Honduras; ne era scaturita una colluttazione per futili motivi, senza gravi conseguenze per entrambi. L’honduregno si era allontanato, ma tornò poco dopo, camuffato con altri abiti e  portando con sé un grosso pugnale. Dopo di ché avrebbe accoltellato il peruviano più volte alle spalle in punti vitali. Il giovane fu salvato per miracolo dai medici.

La Squadra Mobile, dopo una meticolosa ed articolata attività investigativa delegata dalla Procura della Repubblica, in poco tempo individuò la persona ritenuta responsabile. Fu perquisita la sua casa e gli furono sequestrati diversi oggetti indizi del reato. Il sospettato era così fuggito dall’Italia, probabilmente per far perdere le sue tracce. Infatti, nel frattempo era scattata un’un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i gravi e palesi indizi trovati dalla Polizia.

Ieri pomeriggio però è rientrato ed è stato subito individuato all’aeroporto di Bologna appena sceso dall’aereo, dopo essere tornato in Italia dal suo Paese e aver fatto scalo ad Amsterdam. Gli agenti della Sezione Reati contro la Persona della Squadra Mobile di Firenze, e  quelli della Polizia di Frontiera lo hanno immediatamente arrestato.

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close