Curiosità e storia

Le lapidi ai caduti della Grande Guerra

Nel periodo interbellico, sorsero in tutto il mondo, diversi monumenti per commemorare le vittime della Grande Guerra. Tali monumenti, carichi di particolari emblemi…

Leggi tutto »

Soffiano, il monastero dimenticato di via di Scandicci

Che la zona di Soffiano, piena campagna punteggiata di piccolissimi borghi e case sparse, fosse, al pari delle sovrastanti colline, luogo…

Leggi tutto »

Leonardo Da Vinci, l’Arno e l’Isola di Legnaia: la storia della bonifica dell’Isolotto

L’origine della denominazione Isolotto per identificare una delle aree più popolose del Quartiere 4 di Firenze è sicuramente nota ai…

Leggi tutto »

Scandicci: le Tre Madonne della Chiesa di Santa Maria a Greve

A causa dei numerosi lavori di ristrutturazione subiti nel corso dei secoli, la chiesa di Santa Maria a Greve, una…

Leggi tutto »

#7 Nureyev dietro le quinte: «Ha rivoluzionato la danza, ma non gli viene data tutta la memoria che merita»

Prosegue da #6 Nureyev dietro le quinte: “Aids wonna fuck me, I’m gonna fuck Aids” Il nostro viaggio alla riscoperta di Rudolf…

Leggi tutto »

#6 Nureyev dietro le quinte: “Aids wonna fuck me, I’m gonna fuck Aids”

Arriviamo alla penultima puntata delle sette del nostro viaggio alla scoperta dell’ultimo e meno conosciuto Rudolf Nureyev. Non sarà una puntata allegra,…

Leggi tutto »

#5 Nureyev dietro le quinte: «Portava il 43, ma scelse degli stivaletti 42: ‘per la bellezza’, mi disse»

(…) Prosegue da: #4 Nureyev dietro le quinte: «Ballava notti intere in discoteca dopo lo spettacolo, poi si presentava puntuale alle…

Leggi tutto »

Isolotto Medioevale: Via del Palazzo dei Diavoli

Dalla fermata tranviaria Batoni, nella piazza omonima, svoltiamo a destra sulla Via del Palazzo dei Diavoli. Anticamente questa strada poderale era conosciuta come«Via…

Leggi tutto »

#3 Nureyev dietro le quinte: «Dopo due anni nessuno può chiamarsi maestro d’orchestra, ma Rudolf era incredibile…»

(…) Prosegue da: #2 Nureyev dietro le quinte: «Era un tartaro, come le guardie dello Zar» Continua il nostro viaggio alla…

Leggi tutto »

Legnaia, un’antica storia a luci rosse: lo Spedale del Cappone

Vi abbiamo parlato in precedenza dello spedale del Cappone, fondato fuori le mura di Firenze nel XII secolo da ser Buonamico della…

Leggi tutto »
Back to top button
Close