CronacaNews

Cascine, tre vigili feriti durante i controlli

Torselli: «Sembra la Colombia degli anni ‘80, ai tempi della caccia a Pablo Escobar». Giorgetti e Vanucci: «Gli agenti di Polizia municipale sono sempre il prima linea e sempre con il massimo impegno»

Tre agenti di Polizia municipale sono finiti questo pomeriggio al pronto soccorso per una colluttazione scattata durante un controllo al Parco delle Cascine. A picchiare selvaggiamente i vigili, che stavano disperdendo un assembramento, sarebbe stato un soggetto che ha cercato di sottrarsi all’identificazione.  A darne notizia il Comune stesso:

«Una pattuglia del Reparto Antidegrado ha effettuato nuovo controlli con finalità di prevenzione nel Parco delle Cascine durante i quali sono state identificate alcune persone presenti sul posto, tra l’altro in violazione del distanziamento sociale previsto dalle misure relative al Covid-19. Un uomo però dopo aver rifiutato l’identificazione ha cercato di allontanarsi e, raggiunto dagli agenti, ha reagito violentemente. La pattuglia ha quindi chiesto rinforzi e alla fine due persone sono state fermate e portate al Comando per l’identificazione. Per loro è scattato l’arresto per resistenza, lesioni, violenza e minacce a pubblico ufficiale. In serata i due uomini sono stati condotti a Sollicciano. Domani mattina si terrà l’udienza per la convalida. Tre agenti sono invece stati accompagnati al Pronto Soccorso con lievi ferite».

Immediate le reazioni della politica:

Da Fratelli d’Italia, il consigliere comunale Alessandro Draghi e il coordinatore regionale Francesco Torselli scrivono duro attacco indirizzato al sindaco Dario Nardella:

«Caro sindaco, altro che spegnere i lampioni. Serve una pattuglia fissa come chiediamo da anni. Esprimiamo la nostra solidarietà ai vigili urbani rimasti feriti oggi alle Cascine durante un controllo anti-spaccio sui soliti noti: extracomunitari irregolari dediti allo spaccio nei pressi del Giardino della Catena (…) Non è poi così difficile da capire che con i soli controlli ordinari il fenomeno non si può né contrastare né tanto meno sconfiggere»

Torselli rincara la dose poi sulla propria pagina Facebook:

Siamo alla follia! Mentre gli italiani sono ancora chiusi in casa, privati del lavoro, ad interrogarsi su come sopravvivere alla crisi, i clandestini sono tranquillamente a spacciare alle Cascine! E se la polizia osa fare controlli, gli spacciatori si rivoltano ed aggrediscono gli agenti!

Non solo clandestini e delinquenti, non solo spacciatori, ormai non mostrate nemmeno il minimo rispetto per chi indossa una divisa e rappresenta lo stato che vi ha accolto!

Caro sindaco Nardella, quante volte abbiamo chiesto un presidio fisso di polizia alle Cascine negli ultimi anni? Dì la verità: non ti vergogni un pochino nel vedere una foto come questa? Sembra la Colombia degli anni ‘80, ai tempi della caccia a Pablo Escobar, invece è Firenze e siamo nel 2020. Grazie Pd

Ma l’Amministrazione, afferma dal canto suo che l’attenzione alle Cascine è costante ed esprime vicinanza e riconoscenza agli agenti feriti:

La vicinanza e la riconoscenza agli agenti feriti oltre al ringraziamento all’interno corpo di Polizia Municipale per l’impegno quotidiano a tutela della città e dei cittadini. È quanto dichiarano gli assessori alla Polizia Municipale Stefano Giorgetti e sicurezza urbana Andrea Vannucci in merito all’intervento anti spaccio che si è svolto oggi alle Cascine e durante il quale tre agenti hanno riportato lievi ferite. Uno dei molti controlli mirati e con finalità di prevenzione effettuati dalla Polizia Municipale, a testimonianza di un’attenzione costante sul Parco delle Cascine e sulla zona di Porta a Prato. “Siamo vicini agli agenti rimasti feriti a cui auguriamo una pronta guarigione – sottolineano gli assessori -. A loro e a tutta la Polizia Municipale va il nostro personale ringraziamento e quello di tutta l’Amministrazione per la dedizione e la professionalità con cui svolgono il loro lavoro, sempre il prima linea e sempre con il massimo impegno” concludono Giorgetti e Vannucci

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close