CronacaNews

Cellai passa a Fratelli d’Italia e Forza Italia risponde

Cellai: «Non condivido la partecipazione all’interno di un governo formato da partiti che hanno storie, culture e programmi totalmente distanti». Forza Italia risponde: «Governo Draghi occasione storica per il Paese per affrontare le grandi sfide che ci attendono»

Il_Tazebao

Jacopo Cellai non appoggia la scelta di Draghi a Palazzo Chigi e passa con Draghi a Palazzo Vecchio. Sembrerebbe un controsenso, invece è solo un ironico caso di omonimia. Il consigliere (non più) azzurro si è dimostrato nettamente contrario alla scelta di Forza Italia di sostenere il governo di Draghi (Mario) e ha deciso perciò di passare a Fratelli d’Italia, aderendo al gruppo di Draghi (Alessandro) in Consiglio comunale. L’annuncio è stato dato  sabato nel corso di una conferenza stampa cui erano presenti anche il capogruppo in Consiglio regionale Francesco Torselli, Paolo Marcheschi e il deputato Giovanni Donzelli.

“I motivi di questa scelta sono legati ai recenti accaduti politici – ha dichiarato Cellai – Speravo che l’esito della crisi innescata dalle dimissioni di Conte sarebbero state le elezioni politiche dando la parola agli italiani e quindi una legittimazione popolare al nuovo governo. Le cose sono andate diversamente e io non condivido la partecipazione all’interno di un governo formato da partiti che hanno storie, culture e programmi totalmente distinti e distanti, persino incompatibili come i 5 Stelle, Leu e Pd. Questo è il momento di pretendere una visione politica che in questo governo non può esserci. È quindi con grande convinzione che aderisco all’unico partito che ha scelto la difficile e coraggiosa strada dell’opposizione, pronta a dare il proprio contributo a fronte di provvedimenti utili alla nazione”.

“Da oggi il mio percorso prosegue sui binari di una decisa e responsabile opposizione all’amministrazione di centrosinistra, all’interno di un partito che ha dimostrato e dimostra di avere le idee chiare su quali siano le priorità per questa nazione in un momento drammatico e difficile nel nome della coerenza con i propri valori e con una precisa idea dell’Europa da costruire”

Cellai ha voluto poi spendere parole di affetto per i colleghi di partito nuovi e vecchi:

Cellai ha poi ringraziato gli esponenti di Fratelli d’Italia presenti alla conferenza stampa e gli amici del partito azzurro per cui ha avuto parole di stima ed affetto  – riferisce una nota –: l’On. Stefano Mugnai, che ha fatto un grandissimo lavoro per Forza Italia e ha tutelato il coordinamento di Firenze tanto da arrivare a dare le dimissioni dal proprio incarico di coordinatore regionale, ma anche i due vicecoordinatori Mario Tenerani e Tommaso Villa e l’On. Maurizio Gasparri.

Il capogruppo Alessandro Draghi ha evidenziato come in questo primo anno e mezzo di lavoro in consiglio non siano mancate le occasioni per battaglie comuni. L’ultima in ordine di tempo nel nostro territorio di quartiere, è stata quella per la viabilità e dell’illuminazione di Monte Oliveto e Bellosguardo.

Tra i due sono io il giovane, da Jacopo tanto ho imparato e di certo ancora tanto imparerò – ha affermato Draghi – Sono certo che il nostro lavoro da oggi sarà ancora più incisivo in Consiglio comunale per il bene di Firenze e dei fiorentini.

Ma non ci sta con questa uscita il coordinamento fiorentino di Forza Italia, che ribadisce il pieno sostegno al Governo Draghi:

“Siamo profondamente dispiaciuti per la decisione dell’ormai Ex Coordinatore cittadino di Forza Italia Firenze, Jacopo Cellai, non condividiamo nulla della sua scelta perché tutto il Coordinamento resta fedele al Partito di Silvio Berlusconi e da sostegno del neo Governo Draghi, augurando buon lavoro ai tre Ministri Azzurri, Maria Stella Gelmini, Mara Carfagna e Renato Brunetta –  hanno affermato il vice coordinatore vicario di Forza Italia Firenze, Tommaso Villa, la responsabile comunicazione Elena Rossi e il responsabile enti locali, Davide Bisconti – Siamo convinti che in un momento come questo di grande emergenza per il Paese vi sia una sola scelta, quella dell’Unità Nazionale. Un Governo di alto profilo come quello voluto e formato dal Professor Mario Draghi rappresenta un’occasione storica per il Paese e per il Parlamento per affrontare le grandi sfide che ci attendono: recovery plan, piano dei vaccini, lotta alla disoccupazione e rilancio delle Infrastrutture, solo per citare alcune delle priorità.

Se Cellai ha fatto una scelta, questa resta una Sua scelta personale. Pertanto il Coordinamento cittadino di Forza Italia Firenze eletto con il Congresso del novembre 2019, ribadisce la volontà di impegnarsi in città per rafforzare il movimento e proseguire nel mandato ricevuto dagli iscritti sotto la guida di un commissario da nominare nei prossimi giorni. Attenderemo fiduciosi le scelte del partito pronti come sempre a portare in alto la bandiera del nostro movimento, in coerenza con quanto fatto in tutti questi anni. L’unica strada per rilanciare il centrodestra in Italia ed in Toscana passa da un partito come il nostro, moderato, responsabile, europeista e garantista , legato alla grande famiglia del Ppe. Ne siamo consci. Per questo rinnoviamo con passione il nostro impegno”.

 

 

 

 

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close