News

Concerto per Fidel Castro al Quartiere 4, Cellai, Ciccone e Bisconti non ci stanno

I consiglieri Cellai, Bisconti e Ciccone mostrano sdegno per il atrocinio del Quartiere 4 al concerto in onore di Fidel Castro e chiedono di conoscere le spese dell’iniziativa

jacopo-cellaiSi è tenuto ieri 29 novembre 2016 alla Limonia di Villa Strozzi un concerto in onore dell’appena scomparso dittatore cubano Fidel Castro con il patrocinio del Quartiere 4. Il concerto è stato organizzato dall’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba e sarebbe stato il primo di un tour che si sta tenendo in Toscana.
davide-biscontiIl consigliere comunale Jacopo  Cellai, e i consiglieri di Quartiere 4 Davide Bisconti e Vincenzo Ciccone non ci stanno e mostrano il loro sdegno e diffondono un comunicato stampa dove chiedono chiarimenti sulla questione.
«Il presidente Dormentoni crede forse di vivere in Unione Sovietica ai tempi della Guerra Fredda? – scrivono i tre eletti di Forza Italia nel comunicato – È grave il patrocinio a nome di tutti gli abitanti del Quartiere, chiederemo di conoscere le eventuali spese sostenute per l’iniziativa».
Negli scorsi giorni, fanno presente i tre consiglieri azzurri, è uscito un comunicato stampa del presidente di Quartiere Mirko Dormentoni nel quale si dichiarava “felice di ospitare questo evento”.

«Incredibile. Il Quartiere 4 patrocina un concerto dedicato ad un uomo che in nome della sua rivoluzione si  è macchiato di violenze e crimini feroci nei confronti del suo stesso popolo, contro chiunque tentasse di opporsi al regime – proseguono –. vincenzo-cicconeOra capiamo che Dormentoni e compagni possano piangere Fidel, simbolo della loro gioventù in cui inneggiare al comunismo cubano senza provarlo sulla pelle era straordinariamente facile e comodo e faceva pure “figo”, ma da lì a patrocinare un evento in memoria di un personaggio del genere ce ne corre. E non crediamo certamente che questa iniziativa possa rappresentare i cittadini del Quartiere. Chiederemo conto delle eventuali spese sostenute, e invitiamo Dormentoni a dire pubblicamente cosa pensa di Fidel Castro, e se ritiene di aver fatto bene a patrocinare il concerto».

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close