CronacaEventiNews

Festa dell’unità Firenze 2021, nel Q4 sarà a San Quirico

Si comincia con l'incontro 'Mi piace Spiderman.. e allora?', dal film contro gli stereotipi di genere girato con i bambini della Montagnola. Presente al dibattito Carlo Casini, direttore di IsolottoLegnaia.it

Il_Tazebao

Torna da domani 27 agosto, per due settimane, fino all’11 settembre, la Festa dell’Unità di Firenze 2021. Proprio come l’edizione 2020, per il contrasto alla pandemia e quindi per spalmare gli eventi in più luoghi, ma anche per essere più sul territorio, il Festival dell’Unità sarà diffuso: ai giardini del Galluzzo e in quattro circoli, Panche, Serpiolle, Casa della Cultura e, per il nostro quartiere 4, San Quirico.

Ed è proprio dalla casa del Popolo di San Quirico, in via Pisana 576, che il Festival comincerà domani pomeriggio. Il circolo per tre giorni, dal 27 al 29 agosto, diventerà la Cittadella dei Diritti. Si parte alle 18, a cento anni dall’omicidio di Spartaco Lavagnini, con la presentazione del libro “Spartaco il Ferroviere” all’a presenza dell’autore Andrea Mazzoni, cui parteciperanno l’assessore alla Memoria del Comune di Firenze Alessandro Martini, lo storico Fabio Bertini e Marco Fantechi dell’Anpi Firenze

Segue, alle 19, l’incontro sul film contro gli stereotipi di genere “Mi piace Spiderman.. e allora?” vincitore del bando Non violenza: lo schiaffo più forte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali con il supporto di Acf Fiorentina e di Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, Lanterne Magiche, girato la scorsa estate 2020 all’Isolotto Vecchio, con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo Montagnola Gramsci. Parteciperanno Carlo Casini, giornalista direttore di IsolottoLegnaia.itFederico Micali, regista e autore del corto; Beatrice Barbieri, insegnante e presidentessa Commissione Istruzione e Cultura Q4 Firenze; Benedetta Albanese, assessora pari Opportunità Comune di Firenze; Donatella Pecori, psicologa sperimentale, studiosa del Metodo Montessori per lo sviluppo naturale del bambino; Ludovico Arte, dirigente scolastico Istituto Marco Polo.

L'arena dopo il restauro
L’arena dopo il restauro

Alle 21 si continua con un secondo incontro: “Essere una donna non è un dato naturale, ma il risultato di una storia“, dalla celebre citazione della scrittrice e attivista per i diritti femminili Simone de Beauvoir. Parteciperanno Caterina Biti, senatrice della Repubblica Italiana, Francesca Basanieri, presidentessa Commissione pari Opportunità della Regione Toscana; Paola Galgani, segretaria generale della Camera del Lavoro di Firenze; Tania Cintelli, portavoce della Conferenza Donne democratiche della Toscana; Vittoria Franco, filosofa e già senatrice della Repubblica Italiana. Il dibattito sarà moderato da Andrea Piazzoli, ricercatore e segretario dei Giovani democratici di Firenze Città, e due membre della Conferenza delle Donne democratiche: Elisabetta Conti, dottoressa in Scienze e Tecniche psicologiche e Susanna Agostini, della segreteria Pd di Firenze Città.

Il giorno successivo, sabato 28 agosto, si riparte sempre alle 18 con la presentazione del Libro “Il guerriero guaritore”, con Maurizio Brotini, segretario Cgil Toscana e Nicola Oddati, coordinatore nazionale Agorà democratiche. Sarà presente l’autore Alessandro Lo Presti. Coordina il consigliere comunale Francesco Pastorelli. L’incontro sarà aperto da Sello Hatang, Ceo della della Nelson Mandela Foundation.

Alle 19 un secondo incontro: “Eutanasia legale, parliamone insieme“, con Iacopo Melio, consigliere regionale del Pd e Marco Cappato, dell’associazione Luca Coscioni.

Domenica 29, ultimo giorno della cittadella dei diritti al circolo di San Quirico per il Festival dell’Unità 2021. Alle 18,30 si apre con l’incontro “Medio oriente: Quale presente e quale futuro?”, parteciperanno Claudio Lombardi di Assopace Palestina e Erdal Karabey del coordinamento Solidarietà Kurdistan – Toscana; Gianni Toma, responsabile per il Cospe dell’area medio orientale; Manfredi Lo Sauro, responsabile Esteri Arci Firenze, in collaborazione con Arci Firenze.

Alle 21 la kermesse saquirichina si conclude con il dibattito
Incontro “Dai 20 anni di Genova al Black lives matters: i diritti inviolabili degli esseri umani“. Parteciperanno l’avvocato Fabio Anselmo, Guido Magherini; Ilaria Cucchi, Paolo Beni, ex presidente Arci nazionale; Paolo Sandrucci, attivista Amnesty international Firenze. Coordinerà il vicepresidente della Commissione sociale della Regione Toscana Andrea Vannucci.  Sarà presente un’interprete della lingua dei segni, in collaborazione con Arci Firenze.

Per il programma negli altri circoli e ai giardini del Galluzzo, fino all’11 settembredonne visitare il sito https://festadellunitafirenze.it

Per accedere agli eventi è obbligatorio il green pass

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close