CronacaNews

Giani rassicura: «La guardia medica notturna rimane»

Dopo il coro di proteste bipartisan e lo sgomento nell'opinione pubblica, il presidente della Regione specifica che «L’ordinanza che ho firmato si pone l’obiettivo, se l'emergenza dovesse aggravarsi, di poter modulare il personale assegnato per fronteggiare al meglio la pandemia»

Il_Tazebao
Il neopresidente della Regione Eugenio Giani interviene sulla querelle della nuova ordinanza regionale 107 che paventava la sospensione del servizio di Guardia medica notturna per rimodulare gli orari dei medici e averne di più a disposizione in emergenza Covid-19. Dopo la levata di scudi delle opposizioni e lo sgomento nell’opinione pubblica e nella stampa, il governatore getta acqua sulla polemica in modo assai poco istituzionale: con un post su Facebook, anche se vista la portata della questione ci si sarebbe potuti aspettare un comunicato.
«Rassicuro tutte le cittadine e i cittadini che non c’è stato nessun cambiamento: la guardia medica rimane operativa con i consueti orari, anche la notte – posta Giani – L’ordinanza che ho firmato si pone l’obiettivo, se l’emergenza dovesse aggravarsi, di poter modulare il personale assegnato per fronteggiare al meglio la pandemia. La guardia medica resta senza indugio il presidio di tutela della salute per tutte le nostre comunità».
Forse marcia indietro, più che specifica sull’interpretazione della norma, visto il coro di proteste bipartisan che l’ordinanza aveva sollevato. Comunque lo spettro della scomparsa della Guardia medica di notte e il conseguente riversamento di pazienti che si sarebbero riversati in massa ai pronto soccorso di notte per un’influenza (al rischio che sia Covid) o un mal di pancia,  sembra allontanato.
La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close