CronacaNews

Ladri al Boschetto, Bisconti: «Incentivati dal cancello lasciato aperto di notte»

«I circoli già danneggiati dalla situazione pandemica, non possono subire ulteriori danni. Compito dell'Amministrazione comunale è garantire la sicurezza»

Il_Tazebao

Il capogruppo di Forza Italia al Quartiere 4 Davide Bisconti esprime il suo dispiacere per il furto subito dal circolo del Boschetto, i cui autori probabilmente sono stati incentivati dal cancellino del parco lasciato aperto di notte fuori dall’orario di apertura e chiede di far luce sul perché chi avrebbe dovuto provvedere alla chiusura dell’area verde spesso non passi.

«Esprimo solidarietà e vicinanza, anche a nome del Gruppo consiliare di Forza Italia del Quartiere 4, agli amici del circolo Mcl Il Boschetto, che questa mattina si sono svegliati con i locali sottosopra per colpa di alcuni vandali che sono entrati nei locali passando da una cancello laterale, da tempo lasciato aperto, dell’ingresso monumentale del Poggi che dà accesso al parco di Villa Strozzi», ha detto Bisconti.

«Una situazione surreale visto che l’amministrazione ha incaricato una società proprio di chiudere gli ingressi del parco negli orari notturni. Su questo presenteremo un interrogazione per fare chiarezza, un cancello chiuso avrebbe sicuramente disincentivato se non evitato all’associazione che gestisce il circolo di svegliarsi con gli uffici sotto sopra ed il fondo cassa sparito – annuncia il forzista – I circoli già danneggiati dalla situazione pandemica, non possono subire ulteriori danni. Compito dell’Amministrazione comunale è garantire la sicurezza. Ci auguriamo che fatti come questi, possano essere motivo di attenzione vera e sincera. La gente del quartiere conta molto su strutture come i circoli . Non deludiamola».

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close