CronacaNews

Monticelli, il Floball è arrivato alla Gramsci

I Leoni Firenze portano il Floball a Firenze, anzi a Monticelli. Lo comunica il team manager  e allenatore dei Leoni Firenze Floball in una lettera a Isolottolegnaia.it che riportiamo:

Vi scrivo per segnalarvi la nostra iniziativa, al fine di comunicarla e diffonderla al territorio fiorentino e specialmente di Isolotto / Legnaia, nell’interesse del quale è nata e si sta sviluppando sempre più e della quale abbiamo notato ancora poca conoscenza da parte della cittadinanza.
Il circuito di cui facciamo parte, si chiama Floball Italia: curiamo la diffusione della nuova disciplina Floball sul territorio italiano, sotto la guida di manager sportivi e provenienti da altri ambiti, tra cui Stefano Pini, ex-vicepresidente UISP Firenze. Si tratta di uno sport nato in Italia circa un decennio fa e attualmente rilanciato a partire dalla provincia fiorentina. Abbiamo inoltre una squadra di Incisa, che ha assunto il nome di “Cowboys Valdarno”, una squadra di Roma, il cui franchise è “Gladiatori Roma”, gestita da un allenatore in loco, e, dal 27 settembre 2016, noi “Leoni Firenze“, squadra nata per mia iniziativa e che gestisco personalmente.leoni-firenze
Con riguardo alla nostra disciplina, Il Floball è uno sport sferistico di squadra che si gioca con la palla da volley, da giocarsi 5v5 su campi mutuati dalla pallavolo, sicuro e per tutti;  in esso si fondono elementi importanti quali uno spirito di gioco improntato alla velocità, ai passaggi di mano rapidi e precisi, nonché l’esaltazione di estro e abilità coniugati al gesto tecnico. Si gioca esclusivamente di mano, il che lo rende intuitivo come fondamentale tecnico, ed il campo utilizzato (9x18mt) garantisce continui capovolgimenti di fronte e giocate veloci (un po’ come nei movimenti del basket).

Il contatto fisico è limitato, poiché ci teniamo a far giocare tutti in sicurezza. Il tratto distintivo è la fondamentale centralità del gioco di squadra; ciò che contraddistingue il Floball da quasi tutti gli altri sport di squadra è la regola base che il portatore di palla non può muoversi se non sul piede perno: ciò potrebbe dare l’idea di un gioco “fermo”, ma in realtà è proprio ciò che garantisce la continua dinamicità e velocità del gioco. Infatti, questo obbliga tutta la squadra a smarcarsi continuamente e quindi la squadra avversaria a correre e attuare le proprie marcature: il portatore di palla ha 3 secondi per liberarsi della palla passandola. Ben 6 anni di perfezionamento e test sul campo (abbiamo iniziato a sviluppare e testare il regolamento dal 2010, anche se la prima bozza è datata 2001) ci dimostrano che è raro il caso in cui si riesca, per dinamica di gioco, a rimanere “tranquilli” più a lungo!leoni-firenze-floball

La cosa più bella è che abbiamo avuto incredibilmente sempre feedback positivi: chiunque lo provi, ne è entusiasta. Dalla persona che non ha mai fatto sport, ai giocatori di basket, ai giocatori di Football Americano (di cui ho fatto parte per una stagione, nei Guelfi Firenze, prima di diventare a tutti gli effetti io stesso allenatore e coordinatore di Floball) e a quelli di calcetto; insomma: uno sport che convince e coinvolge, qualsiasi l’esperienza o non-esperienza di provenienza. Questi ottimi risultati quindi ci hanno convinto a lanciare il progetto su scala regionale prima, e nazionale (con Roma, adesso), con l’obiettivo di creare il primo Campionato, o quantomeno, il Torneo Nazionale: in quest’ottica è nata la mia squadra di Firenze.

Le prospettive di sviluppo ci sono tutte: non solo agonisticamente, ma anche presentando la disciplina stessa come fattore di inclusione ed aggregazione sociale per le realtà giovanili presenti sul territorio, creando occasioni di confronto civile nel segno dell’integrazione e del rispetto reciproco. Inoltre a porsi come ulteriore fonte di valore per l’offerta di attività delle Associazioni e Società Sportive, sia come incremento della gamma di sport della propria offerta, sia come mezzo di prevenzione dell’abbandono della pratica sportiva da parte dei giovani che non trovano più stimoli nelle discipline tradizionali. Per questo è stato scelto l’ Isolotto come base, essendo un quartiere molto popoloso, con molti giovani, di varie etnie, nel quale un’alternativa agli sport “tradizionali” potesse costituire un forte valore aggiunto per la società.

Nostro partner la cosiddetta “GSC” (per esteso, “A.P.D. Gruppo Sport e Cultura“) che ha grande esperienza sportiva e sociale, da subito promotrice ed aderente, tanto che adesso la GSC stessa ricopre il ruolo di “centro federale” (formalmente, anche i Leoni Firenze Floball sono uno “spinoff” GSC, ovvero sono parte della APD in predicato).2016_logo-floball

Gli allenamenti sono già a regime e cerchiamo giocatori, e giocatrici, per ampliare la squadra ed il movimento sportivo, porci come rappresentanza stabile a Firenze (dopotutto,… è il capoluogo!), divertirci insieme ed in definitiva competere contro le squadre di Incisa e Roma, nonché le altre che eventualmente si formeranno nei prossimi mesi e che andranno a comporre la Massima Divisione. Accogliamo ragazzi ed adulti dai 15 ai 55 anni.

I Leoni Firenze si allenano in via del Sansovino alla palestra della scuola Gramsci (la scuola media accanto alla fermata della tramvia T1 “Sansovino”), tutti i martedì dalle 17:00 alle 18:00. Per qualsiasi informazione, www.floball.it è il sito ufficiale della Federazione Floball Italia, mentre la pagina Facebook italiana è www.facebook.com/floball.sport  dove ci sono foto e video; con riguardo specifico ai Leoni Firenze, la pagina della squadra è www.facebook.com/leoni.firenze.floball.

Mirko Biasion

Coordinatore Floball Italia – Allenatore Leoni Firenze Floball.

Immagine incorporata 3

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close