NewsSport

Olimpia Legnaia, sconfitta con Santo Stefano 43-49

Dopo due vittorie consecutive arriva una battuta di arresto

Il_Tazebao

Dopo la vittoria con Montemurlo e Freccia Azzurra, arriva una battuta di arresto per Olimpia Legnaia con Santo Stefano Basket.

Arriva una sconfitta per Olimpia Legnaia contro Santo Stefano Basket. I campigiani, in striscia positiva dalla seconda giornata di ritorno, superano i padroni di casa in una gara combattuta fino alla fine. Lo conferma il punteggio 43 a 49. Queste la nota diffusa da Santo Stefano sulla gara.

“Santo Stefano sbanca pure Legnaia. Gli U-16 campigiani si presentano a Legnaia con delle defezioni. A queste si somma pure l’infortunio di “osso” Mattia durante la gara. Ciononostante, i biancorossi, pur con alcune difficoltà, portano a casa una bella vittoria. Partita combattuta tra due squadre correttissime che hanno reso facile l’arbitraggio.

Tecnicamente i campigiani soffrono ancora di momenti bui dove non riescono a mettere in campo quella forza necessaria per essere sicuri di imporre il proprio gioco e di conseguenza si ritrovano ad arrancare su terreni non loro. Miglioramenti apprezzabili in difesa dove i campigiani stanno applicando finalmente quanto fatto in allenamento.

Adesso è prevista una sosta che diventa utile per recuperare in vista di una gara contro una sfidante sulla carta proibitiva. Si tratta della capolista Folgore Fucecchio, imbattuta nel girone di ritorno e avanti di quattro punti su Santo Stefano (22). All’andata fu una gara senza storia: l’attuale capolista si impose con ben 40 punti di distacco sui campigiani”.

Santo Stefano conserva il secondo posto a solo due distanze da Fucecchio (26 punti). Olimpia Legnaia rimane a metà classifica con 12 punti. Nella prossima sfida dovrà vedersela con Prato, appaiata a 12 punti.

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Lorenzo Somigli

Giornalista, copywriter, ufficio stampa, social media manager. Innamorato della parola. Mai smettere di comunicare!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close