CronacaNews

Poderaccio, polemica tra Forza Italia e Pd

Cellai, Bisconti e Batocchi (Fi) accusano il Pd di essere in netto ritardo sullo smantellamento del campo rom del Poderaccio, ma Armentano, Albanese e Perini ribattono che già in fase conclusiva

 

È polemica sul campo rom del Poderaccio  tra Forza Italia e il Pd. Da una parte i consiglieri forzisti Cellai (Consiglio comunale), Bisconti (Quartiere 4) e Batocchi (responsabile del partito) che accusano ironicamente: “Smantellamento nei tempi, secondo il sindaco. Gli regaleremo una calcolatrice“; dall’altra la risposta dei consiglieri democratici Armentano, Albanese e Perini che rispondono stizziti: “Stiamo ai fatti: le demolizioni sono in fase conclusiva“. È accaduto oggi dopo la diretta a Lady Radio:

“Aveva annunciato 18 mesi a giugno 2018 dopo la morte di Duccio Dini, ora parla di metà 2020. Controlleremo che i rom non abbiano davvero corsie preferenziali nell’essere ricollocati”

“Forse nel suo ufficio al sindaco Nardella manca una calcolatrice, oppure gli difetta la memoria. Stamattina a Lady Radio ha infatti affermato “avevo detto che entro metà 2020 ce l’avremmo fatta, siamo nei tempi”. A noi risulta che a giugno 2018, dopo la tragica morte di Duccio Dini, il sindaco avesse annunciato che il campo sarebbe stato smantellato in 18 mesi. Quindi il ritardo stimato, ad oggi, risulta essere di sei mesi, altro che nei tempi”. Questo il commento del capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai insieme al collega al Q4 Davide Bisconti e al responsabile del partito per il Q4 Marco Batocchi.

“Il sindaco aveva anche annunciato, sempre nel giugno 2018, “il pieno controllo” del campo fino a smantellamento avvenuto. Posso testimoniare in prima persona che, quando ci siamo recati con l’onorevole Gasparri ad effettuare un sopralluogo, la situazione che abbiamo trovato era tutt’altro che sotto controllo. Gli occupanti hanno dato fuoco a qualunque cosa fosse infiammabile e ci hanno ringhiato contro intimandoci di andarcene” aggiungono gli esponenti azzurri.

“Riguardo poi alla sistemazione delle famiglie già allontanate dal campo – concludono Cellai Bisconti e Batocchi – verificheremo puntualmente che le cose stiano come Nardella afferma, e cioè che nessuno fin qui ha usufruito di scorciatoie o corsie preferenziali per avere alloggi popolari”

Non si fa attendere la replica del Pd:

“Il Comune sta andando avanti con lo smantellamento del Poderaccio, le demolizioni sono in fase conclusiva. È un impegno preso con la cittadinanza che verrà mantenuto. Quelle di Forza Italia sono quindi polemiche senza fondamento. Il percorso messo in campo per il superamento del campo nomadi, inoltre, è adeguato e ben organizzato, non prevede né ha mai previsto alcuna corsia preferenziale, garantendo a tutti le opportunità che ogni cittadino fiorentino ha a disposizione. Lo abbiamo detto, lo ha detto ancora il sindaco, ma lo spieghiamo ancora noi, se gli esponenti di Forza Italia non lo avessero compreso. Gli alloggi popolari vengono assegnati a chi è regolarmente nelle graduatorie e chi ne ha titolo. Non esistono scorciatoie per nessuno. Il principio che guida l’azione amministrativa è sostenere chi ha bisogno, nel pieno e totale rispetto delle regole”.

Fonte: Comune

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close