CronacaNews

Ponte a Greve, picchia la guardia che lo sorprende a borseggiare

È successo al centro commerciale, ma la vigilante ha avuto la meglio contro quel ladro violento. Il delinquente è finito poi in manette

Il_Tazebao

Donna coraggio, la vigilante del centro commerciale di Ponte e Greve che ha fermato un ladro mentre stava borseggiando la cliente. La guardiana l’aveva visto infilare la mano nella borsa di una ignara cliente che stava tranquillamente facendo la spesa, prendendole in portafogli e defilandosi. Così è intervenuta immediatamente per recuperare i soldi della vittima. Ma il criminale, ha reagito vigliaccamente picchiandola: prima un colpo al petto, poi alla mano.

Tuttavia alla fine della colluttazione, la vigilante ha avuto la meglio: è riuscita a recuperare il portafoglio. In suo soccorso sono subito arrivati altri due dipendenti, che l’hanno aiutata a gestire  il delinquente, fino all’arrivo della Polizia. L’uomo era già noto agli agenti: si tratta di un 44enne originario della Romania con precedenti penali.

 

 

Ieri pomeriggio, con l’accusa di tentata rapina impropria, la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino romeno di 44 anni al centro commerciale di Ponte a Greve.

L’uomo era stato sorpreso da una vigilantes mentre infilava la mano nella borsa di una cliente, sfilando il portafogli.

L’addetta alla sicurezza è subito intervenuta e l’uomo, di tutta risposta, prima l’ha colpita sul petto, poi su una mano.

La donna è tuttavia riuscita ad avere la meglio, recuperando il portafogli rubato e fermando il malintenzionato, grazie anche al prezioso intervento di altri dipendenti del centro commerciale.

Le volanti sono subito intervenute e il 44enne, già noto alle Forze di Polizia, è finito in manette

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close