EventiNews

Rificolona, 5 feste tra Isolotto e Legnaia

Cortei e feste per la Rificolona in tutto il Quartiere 4

  A Villa Vogel, all’Isolotto Vecchio, a Monticelli. A Legnaia casa del popolo e circolo parrocchiale uniti per il rione. Alla biblioteca le rificolone si costruiscono insieme

Il 7 settembre per i Fiorentini è la festa della Rificolona, e Isolottini e Legnaioli non fanno eccezione. Se ai nostri tempi si poteva essere bambini buoni con le rificolone o bambini cattivi con la cerbottana, e le feste della rificolona si improvvisava per la strada, oggi sono i circoli e le strutture Quartiere a portare avanti la tradizione. Sono almeno 5 gli appuntamenti per i bambini del nostro quartiere

Fino a domani 6 settembre, alle 19, BiblioteCaNova Isolotto, si tengono laboratori per ideare e costruire la Rificolona da far sfilare durante la sera del 7 settembre per le vie della città. Proprio come facevamo noi da piccoli che cominciavamo una settimana prima a costruirla. Anzi, costruirla era la parte più bella. perché immancabilmente qualche adolescente brufoloso dal ghigno selvaggio ce la distruggeva a colpi di cerbottana a venti metri da casa, tra i nostri pianti disperati e le urla delle mamme. Credo proprio che la nostra generazione abbia imparato la durezza della vita per il giorno della Rificolona. Ma i tempi sono cambiati, e le cerbottane per fortuna sono passate di moda. Quindi bambini, portate avante la tradizione e le cerbottane costruitevele da voi, senza spendere soldi in plasticoni!

All’Isolotto Vecchio sono i nonni ad aver pensato alla festa dei bambini: al centro anziani delle Baracche Verdi in via delle Mimose 8. Si comincerà alle 17 con una merenda libera per tutti; ma la sfilata parte alle 20,30 , anticipata dalla benedizione  del corteo delle Rificolone  che girerà per le strade del Quartiere; alle 21, ballo per tutti, gelato e piccoli omaggi peri ragazzi.

La festa “istituzionale” del Quartiere per i bambini, sarà ovviamente a Villa Vogel: «Al Parco di Villa Vogel – illustra il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – alle ore 21, presso la pista di pattinaggio a cura dell’A.S.D.Firenze Oltrarno Pattinaggio, giochi per i bambini e sfilata delle Rificolone, mentre alle ore 21,30 esibizione di pattinaggio artistico ed alle ore 22,30, premiazione delle Rificolone e a seguire giochi e musica per tutti»

Ma la tradizione rimane viva anche a Legnaia. Purtroppo non c’è più da qualche anno la storica festa del Lastrico, che ha divertito generazioni di bambini (e che ha fatto scoppiare le nostre rificolone), perché il terreno non è più in affitto alla casa del popolo di Legnaia; ma questa casa del popolo, si è unita insieme al circolo di S. Angelo a Legnaia,per fare una festa più grande e più bella. Le bagarre da Peppone e Don Camillo sono finite ormai da decenni e la festa e corteo delle Rificolone comincerà alle  20,45, con il ritrovo presso il circolo Arci A. della Bella (via Cosimo Rosselli 1/A) e la partenza del corteo alle 21,15 e sosta presso al circolo parrocchiale di Sant’Angelo a Legnaia di via Pisana 338 e ritorno in via Cosimo Rosselli alle ore 22,15 circa. «L’itinerario sarà via Cosimo Rosselli, via Spinello Aretino, via di Scandicci, via di Legnaia, via Pisana, Via Cosimo Rosselli – ha spiegato il  presidente Dormentoni – A tutti i bambini partecipanti gelato e omaggi».

Anche Monticelli avrà come di consueto la sua Rificolona. E dove se non al circolo Il Boschetto? Nel Mcl di in di Soffiano 11, infatti, alle 21, si terrà “Tutti in pista”, l’esibizione dei ragazzi del pattinaggio artistico, fiore all’occhiello dello sport giovanile del quartiere, seguita dai giochi del Mago Burla e dalla baby dance. ovviamente seguirà la tradizionale sfilata e premiazione delle Rificolone.

Tante saranno le feste anche in altri quartieri della città. «La Festa della Rificolona è una festa particolare – ha ricordato l’assessore alle tradizioni popolari Andrea Vannucci – che dimostra l’affetto di Firenze per i propri simboli. La Rificolona si svolge soprattutto nei quartieri in collaborazione con l’associazionismo, anche sportivo, per coinvolgere il più possibile i cittadini in questa festa di popolo. Una festa nel nome di Firenze e per far sentire sempre di più fiorentini le bambine ed i bambini della nostra città».

Anche quest’anno un gruppo di circa 600 pellegrini provenienti dalla Basilica dell’Impruneta percorrerà a piedi circa 11 km, fino ad arrivare in Piazza SS. Annunziata, ricalcando gli itinerari dei contadini che in questo stesso giorno scendevano in città per festeggiare la nascita della Vergine.

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close