CronacaNews

San Quirico, ladri in azione, fingono di cercare casa in affitto

Prima in via del Ronco Corto, poi in via Caravaggio. Suonano per verificare se c'è qualcuno in casa, fingendosi agenti immobiliari o una coppia in cerca di affitto

In questi giorni i ladri hanno visitato alcune abitazioni in zona San Quirico a Legnaia. Prima, mercoledì mattina intorno alle 11, sono entrati in due case di via del Ronco Corto. Un ragazzo e una ragazza poco più che ventenni,  identificati dall’accento e dai lineamenti probabilmente di origine rom, sono i probabili sospettati, visti a fingere di cercare un appartamento in affitto. Mentre la ragazza, vestita in maniera elegante probabilmente per non destare sospetti, è stata vista fare da palo al coetaneo che si sarebbe introdotto furtivamente nei due appartamenti secondo la ricostruzione fatta dal vicinato.

«Abito in un edificio adiacente a quello di mia madre – ha spiegato la vittima – La ricostruzione che sono riuscito a fare, mi fa fortemente sospettare di quei due ragazzi. Hanno suonato prima il campanello e visto che non apriva nessuno. Mia madre che in quel momento era affacciata, vedendoli, ha chiesto chi fossero e perché mi cercassero. La ragazza ha risposto che aveva un appuntamento con me per l’appartamento in affitto. Al che mia madre ha risposto che io non affittavo nessun appartamento. La ragazza si è mostrata convincente e, cosa assurda, sapeva che ero suo figlio, senza che nessuno l’avesse informata di ciò. Le ha chiesto quando tornavo e mia madre le ha risposto dopo mezzogiorno e mezzo».

«Così mia madre mi ha chiamato, dicendomi che queste persone mi aspettavano – prosegue la vittima – Lì per lì ho pensato a un equivoco, ero indaffarato e non ho dato peso alla cosa. Al che il ladro è entrato passando da una finestra della corte interna, che avevo sbadatamente lasciato aperto, mentre lei è rimasta a fare il palo fuori.  Poco più di un’ora dopo, mia madre si è accorta che la mia casa era stata visitata dai ladri. Tuttavia  hanno rubato solo un orologio Zenith da 500 euro. Hanno poi aperto delle scatole, senza trovare niente, forse pensavano che nascondessero gioielli; nonostante abbiano aperto la custodia, non mi hanno rubato né la reflex, né gli occhiali Ray ban. Inoltre sono andati anche nell’appartamento al piano di sopra, che tuttavia è inutilizzato, quindi non hanno rubato niente».

«Abito qui dal ’99 e non c’è mai stato un furto – conclude il malcapitato – Ciò che spaventa di più è che conoscessero la composizione della nostra famiglia, segno che eravamo sotto osservazione».

 

Un furto analogo, con le stesse modalità e stessa descrizione dei sospettati, è stato poi segnalato ieri in via Caravaggio. Sugli episodi indagano i Carabinieri di Legnaia.

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close