CronacaNews

Via Francavilla, ladro arrestato grazie a un passante

Un coraggioso residente di Monticelli nota uno scassinatore di macchine e lo segue di soppiatto nella notte fino all'arrivo della Polizia

Il_Tazebao

Credeva di poter agire indisturbato nel cuore della notte, il ladro che ieri ha aperto alcune macchine a Monticelli. Ma gli è andata male: non si è accorto che un passante l’ha notato e l’ha fatto arrestare, seguendolo di soppiatto e comunicando la sua posizione in tempo reale alla Polizia.

«Era poco prima delle 3 di notte e stavo passando in via Pietro Francavilla – spiega un residente di zona – Ho notato un uomo, di circa 45 anni, probabilmente straniero, di carnagione olivastra, che stava fumando una sigaretta  nell’ombra, tra le macchine parcheggiate. Aveva il cappuccio della felpa tirato su e un atteggiamento losco, sembrava volersi nascondere. Lì per li ho tirato avanti, ma la faccenda mi puzzava. Sono tornato indietro e da lontano ho visto che provava ad aprire gli sportelli di tutte le macchine. Così ho telefonato subito alla Polizia e ci siamo accordati che lo avrei seguito, di soppiatto e a debita distanza».

«A un certo punto, dopo aver tentato con varie automobili, è riuscito ad aprire una Nissan Micra, non so se la macchina fosse aperta o se l’abbia scassinata lui – continua  il vicino-detective – Ha aperto anche il bagagliaio e ha rubato qualcosa. Sono riuscito a fotografarlo nel momento dell’azione criminosa. Poi si è diretto verso le Cascine. L’ho seguito di nascosto fino al ponte della tranvia, dove finalmente sono stato raggiunto dalla Polizia che stavo continuando a informare sulla posizione. La pattuglia gli ha sbarrato la strada con la macchina, puntandogli i riflettori addosso, gli ha intimato l’alt e lo ha arrestato».

 

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close