Le buone notizie ai tempi del CoronavirusNews

Telelavoro a distanza anche per le piccole aziende del quartiere

Le buone notizie ai tempi del Coronavirus- Jobsora spiega come impostare il lavoro a distanza con una perdita minima di efficienza

Tante sono le piccole aziende del Quartiere che, in emergenza Coronavirus, hanno dovuto tirare giù il bandone. Certo, per molte attività è difficile informatizzare i propri processi, ma per altre, continuare a lavorare, seppur con qualche limitazione (e non è per forza detto) è possibile.
JobsOra, il sito leader nel  mondo del lavoro, presente in 31 paesi nel coniugare domanda e offerta, con dieci milioni di visitatori al mese, scende in campo e illustra  come impostare il lavoro a distanza con una perdita minima di efficienza

Il coronavirus è diventato uno degli eventi più discussi del passato e del 2020 – premettono i su JobsOra – Questa è una nuova forma di polmonite scoperta alla fine di dicembre. Il numero di decessi ha già superato i 5.000 e secondo molti esperti questo è solo l’inizio.

La situazione epidemiologica peggiora ogni giorno. In connessione con la diffusione di Covid-19, molte aziende stanno trasferendo i dipendenti al lavoro a distanza. Ma come lavorare a distanza senza fornire perdite aziendali? E quanto è importante allontanarsi tempestivamente dai colleghi? Suggeriamo di parlare di questi e altri aspetti nell’articolo di oggi.

Per la maggior parte, il lavoro a distanza è adatto a programmatori, copywriter, web designer, sviluppatori di applicazioni e altri rappresentanti di professioni correlate. Ma altri specialisti possono anche passare al lavoro a distanza: avvocati, dirigenti di compagnie assicurative, designer. Un tale approccio non è in grado di peggiorare l’efficienza dell’attività lavorativa, ma al contrario la aumenterà di alcune decine percentuali.

Che cos’è un lavoro a distanza

Oggi sempre più datori di lavoro preferiscono trasferire i dipendenti al telelavoro. Qualcuno considera questo un metodo inefficace, mentre altri, al contrario, sono fiduciosi nell’aumentare l’efficienza. Ma la situazione con Coronavirus ha solo intensificato la situazione, e ora la questione del lavoro a distanza è abbastanza rilevante.

In effetti, tale lavoro presenta un numero significativo di vantaggi sia per i dipendenti che per il datore di lavoro. Il vantaggio indiscutibile di questo approccio, prima di tutto, è l’assenza della necessità di regolari visite in ufficio. Anche il leader ne trae beneficio. Ad esempio, non è necessario pagare per l’elettricità e l’acqua (piccole quantità, ma comunque…). Risparmierai anche sui pagamenti delle tasse, le prestazioni sociali, l’organizzazione di lavori fissi.

Inoltre, il lavoro a distanza farà di te un datore di lavoro più fedele agli occhi dei lavoratori. Ciò consentirà ai dipendenti di lavorare anche quando, a causa di cattive condizioni di salute, una persona non può essere presente in ufficio.

In breve, in situazioni specifiche, vale davvero la pena pensare di trasferirsi al lavoro a distanza. Soprattutto quando si tratta di epidemie di massa. Qui, il vantaggio principale è ridurre a zero la possibilità di infezione della squadra. Dopotutto, i colleghi non sono più in contatto diretto tra loro, il che significa che la probabilità di trasmissione per via aerea è minima.

 Come accedere al lavoro a distanza

Se voi, come molti datori di lavoro si prendono cura dei dipendenti, volete prevenire l’infezione di massa e introdurre l’adempimento a distanza degli obblighi, probabilmente volete anche mantenere la produttività allo stesso livello. Per fare questo, dovete almeno realizzare i benefici di lavoro a distanza . Versate una tazza di caffè, mettetevi comodi sulla vostra sedia preferita e pensate a quanti benefici porterà il lavoro dei dipendenti a casa. Innanzitutto, fare la cosa che preferisci in un’atmosfera casalinga è molto più bello che lavorare in un ufficio. In secondo luogo, otterrete gli stessi risultati dell’ufficio, ma con meno problemi.

Quindi, per l’introduzione temporanea del lavoro a distanza è necessario preparare mentalmente i dipendenti. Insegnate subito che lavorare a casa non è una vacanza. È consigliabile indicare che la deviazione dalle norme sul lavoro sarà punita con multe e altre sanzioni. Quindi i lavoratori si rendono immediatamente conto della serietà di questo approccio. Ma non esagerare. Ricordate che un buon leader non solo costruisce dipendenti, ma crea anche condizioni di lavoro confortevoli. Anche se il lavoro a distanza è già un buon inizio.

Per mantenere il vostro lavoro produttivo, seguite questi suggerimenti:

  • iniziare con pochi dipendenti;
  • assumere diversi liberi professionisti;
  • inserire un lavoro part-time;
  • Fornire soluzioni tecnologiche.

Se il vostro mercato è molto pieno, molto probabilmente, i concorrenti hanno già provato questo metodo. Vedere l’efficienza nel lavoro di aziende simili? Non abbiate paura di fare lo stesso: entrate con coraggio nel lavoro a distanza e godetevi la crescita della produttività istantanea!

Consigli per il trasferimento di dipendenti a distanza.

Il lavoro a distanza è il sogno di molti professionisti che sono costantemente in ufficio. Dopotutto, questa è una grande opportunità per combinare le responsabilità lavorative e unirvi alla famiglia. In questo modo il lavoro a distanza porta non solo conforto ai dipendenti, ma anche di beneficio, vi consigliamo di esaminare l’elenco di raccomandazioni che contribuiscono a migliorare l’efficienza:

  1. Il canale collegato. Un sistema messaggistico aziendale di gruppo può avere un canale in cui appariranno tutte le informazioni operative sul lavoro del team: aggiornamenti, nuove soluzioni, piani, problemi e così via. Tutte le domande che richiedono la risposta del capo vengono poste in questa chat e non nei messaggi privati.
  2. Orario di lavoro. Lavorare da casa non è lavoro in qualsiasi momento. La sincronizzazione a distanza è molto importante; uno dei requisiti importanti è lavorare contemporaneamente.
  3. Prende del tempo per chattare. Con il lavoro a distanza dovete comunicare e chiamare un po ‘più spesso. Se non vi sono state riunioni giornaliere, è necessario inserirle. Aggiungere regole (una certa ora ogni giorno, ad esempio, a ciascuno non viene dato più di 3 minuti) in modo da non perdere molto tempo sui dipendenti.
  4. Impegni quotidiani. Tutti dovrebbero fare abbastanza durante il giorno per avere informazioni sul lavoro svolto durante le riunioni quotidiane. Se si tratta di un progetto – un collegamento a iterazione, se sviluppo – correzione, supporto – domande e risposte.
  5. Strumenti. È consigliabile scegliere strumenti che richiedono un lavoro remoto: Figma, Miro, Jira, Google Docs, Zoom e così via. I dipendenti devono avere accesso a questi strumenti.
  6. Luogo di lavoro. Tutti già lo scelgono per se stesso. Ma a casa, è importante essere d’accordo con la vostra famiglia sul fatto che lavorate. Devete avere il vosto posto di lavoro, non dimenticare di fare delle pause e completare il lavoro in modo tempestivo.

Pertanto, la produttività dei lavoratori rimarrà la stessa. Forse nuove sensazioni rivitalizzano e vi faranno lavorare più diligentemente, rendendo felici non solo il leader, ma anche la vostra famiglia con  bonus, stipendio e presenza a casa.

In conclusione

Non dimenticare che nei prossimi anni, il lavoro a distanza diventerà il solito metodo di attività per la maggior parte delle persone. Questo non è solo conveniente ma anche redditizio in termini di fecondità. Italia continua a svilupparsi attivamente in questa direzione. E se avete davvero pensato di trasferire i lavoratori a distanza è ora di pianificare le azioni e implementarle subito

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close