CronacaNews

Francesca Mercanti (+ Europa): un’autostrada verde con parcheggio alle Cascine

La proposta di Francesca Mercanti un’autostrada verde per biciclette, monopattini e pedoni ch congiunga Novoli, Cascine e centro storico

.
Firenze, dopo Milano, è la seconda città più circolare d’Italia per le politiche di responsabilizzazione del cittadino, per il numero di colonnine pro capite di ricarica per le auto elettriche e i tanti cittadini impegnati nel volontariato. È quanto emerge dalla prima classifica delle città italiane più performanti sul piano della sostenibilità e dell’economia circolare, presentata oggi dal Cesisp, il Centro di Economia e regolazione dei servizi, dell’industria e del settore pubblico dell’Università di Milano-Bicocca, durante il convegno “Il valore della Circular Economy a Milano”.
“Un dato che ci conforta – commenta Francesca Mercanti, capolista + Europa Firenze –  ma serve ancora più coraggio nella direzione della mobilità alternativa, fatta di pochi mezzi a motore e mezzi pubblici più flessibili, coniugando mobilità sostenibile e qualità della vita”.
“La nostra idea – spiega Francesca Mercanti –  è favorire ulteriormente l’uso di mezzi più lenti (biciclette, biciclette elettriche, monopattini elettrici, ma anche il percorso pedonale) all’interno di aree sicure e adeguate, coniugando mobilità sostenibile e qualità della vita. Si potrà iniziare collegando un’area verde (per esempio San Donato) con il centro storico e con un’altra area verde prossima a un parcheggio (per esempio le Cascine). Questo percorso potrà costituire la base per una possibile autostrada verde: da estendersi progressivamente come sta succedendo per la tramvia. Occorre agire con metodo europeo: con un masterplan generale, con una sperimentazione ampia, con il coinvolgimento della popolazione, con l’implementazione delle soluzioni più valide”.
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close