Comitato Libertà Toscana interviene in merito alla tubatura di via di Soffiano

Comitato Libertà Toscana su via di Soffiano: «Non si può gestire la rete idrica con appalti e subappalti al ribasso»

Il Comitato Libertà Toscana non ci sta con quanto acccaduto stanotte in via di Soffiano, e lancia un comunicato al vetriolo in merito alla gestione della rete idrica. Dall’alba di stamani infatti i cittadini di alcune vie di Monticelli e Soffiano sarebbero costretti a  rifornirsi d’acqua a un’autobotte, a seguito della rottura di una condotta che non sarà riparata prima del pomeriggio.

«Ancora tubi rotti e allagamenti – ha annunciato sulla propria pagina Facebook il Clt –È successo all’alba in via di Soffiano a pochi metri dal punto in cui si ruppe una tubatura due anni fa. Non si può gestire la rete idrica con appalti e subappalti al ribasso, servono tecnici sul territorio che ne conoscano la condizione, la vetustà, le riparazioni effettuate ed intervengano rapidamente, senza improvvisazioni, tenendo conto anche delle piccole segnalazioni dei cittadini. L’attuale amministrazione rimanda il ritorno alla gestione pubblica al 2024. Clt è stufa di vedere la rete idrica di Firenze e dintorni così mal gestita. La nostra proposta sarà uno dei punti del programma elettorale per Firenze 2019».

«Date di alcune tra le recenti più importanti rotture di tubazioni e conseguenti allagamenti – ha ricordato il movimento toscanista – 25/05/2016 (con crollo lungarno Torrigiani a seguito numerose perdite segnalate per mesi), 31/05/2016 (viale Morgagni), 28/11/2017 (lungarno Cellini), 17/08/2018 (via del Ponte di Mezzo), 02/10/2018 (via Bolognese, con sfondamento asfalto)».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.