Protesta di via Lunga, Vincenzo Ciccone si schiera con i residenti

vincenzo ciccone Il consigliere Vincenzo Ciccone insieme all'artigiano Luca Razzolini

Il consigliere di Quartiere 4 Vincenzo Ciccone (Fi): «Inerzia dell’Amministrazione per la situazione di disagio via Lunga»

L’azzurro si impegna a portare le istanze e le soluzioni proposte dai cittadini in Commissione Servizi al Territorio

Il consigliere di Quartiere 4 Vincenzo Ciccone si schiera con le famiglie di via Lunga che l’altro ieri avevano lamentato in un’intervista sulle nostre pagine l’impellente necessità di lavori stradali e la conseguente situazione di disagio: carenza di parcheggi, continui allagamenti, manto stradale rovinato.  In una dichiarazione inviataci stamani il consigliere azzurro ha promesso di farsi carico della situazione, portandola in Commissione Servizi al Territorio e dell’Ambiente.

«I residenti di Via Lunga che da mesi denunciano una condizione rimasta inascoltata, vengono puniti per questo loro ardire! – ha dichiarato il consigliere Vincenzo Ciccone – I funzionari comunali della mobilità  hanno interdetto alla sosta i due accessi della strada, rendendola,  è proprio il caso di dire,   “un ridente isolotto pedonale , bagnato, da trasparenti  pozze  d’acqua piovana”, e transennandola per più della metà,  per il manto stradale pericolosamente danneggiato dalle radici dei pini».

protesta via lunga parcheggi allagamenti transenne 4

Il consigliere  ha definito “kafkiana” la situazione: «L’Amministrazione comunale  di fronte a situazioni  che  necessitano soluzioni ragionate,  mostra invece, come sempre,  inerzia a risolvere le più fondamentali esigenze dei contribuenti. I residenti al contrario, hanno dimostrato  maturità e grande senso di responsabilità nel prospettare  soluzioni e  sopportando nel frattempo i disagi loro causati da schizzofreniche decisioni. Adesso è giunto il momento di restituire dignità  e rispetto per le 10 famiglie e l’artigiano di via Lunga, e il gruppo Forza Italia del Quartiere 4 sosterrà le loro richieste richiedendo l’approfondimento della Commissione Servizi al Territorio e dell’Ambiente».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.