EventiNews

L’associazione Vivere l’Etica torna all’Mcl San Bartolo a Cintoia

Un ciclo d’incontri dell’associazione Vivere l’etica, sul paradigma economico produttivo, la sua mancanza di etica, vitalità, neocoperazione fede e speranza passerà anche dall’Mcl San Bartolo a Cintoia

L’associazione Vivere l’Etica torna al circolo Mcl di San Bartolo a Cintoia con un nuovo incontro. Questo mercoledì 6 giugno alle 17:30 nei locali di via San Bartolo a Cintoia 32/d si parlerà de «La potente resurrezione della vitalità individuale dalla letargia della sopravvivenza, la ricerca individuale degli integratori probiotici nel campo del lavoro e della salute, la difesa collettiva dagli antibiotici depotenzianti».

L’incontro fa parte di un ciclo di tre convegni a cura di Ezio Andretti in alcuni circoli Mcl del territorio. Il primo  si è svolto lo scorso 30 maggio al circolo Dario del Bene di San Quirico a Legnaia e riguardava «Il paradigma economico/produttivo attuale è in larga parte antibiotico (negante la vita), parassitario (tendente a vivere a carico di altri), e non etico, spesso distruttivo e appropriativo e tenuto in piedi usando “scaltrezza” nell’assicurarsi l’impunibilità. Occorre passare ad un nuovo paradigma economico/accrescitivo che valorizzi la autoformazione permanente e creativa
di chi intende partecipare attivamente alla produzione di benessere economico e sociale».

Il successivo si terrà invece nei locali della presidenza Mcl di piazza Salvemini 21, nel pieno centro storico di Firenze, alle 16:00. «La co-creazione responsabile e le sue precondizioni – è l’abstract di questo ultimo convegno – La Fede che permette di sradicarsi e andare a piantarsi altrove. La Speranza quando è dinamizzante e creativa. La Carità quando mi prendo cura della mia crescita ed espando e rafforzo la mia interconnessione con gli altri. Le comunità alle quali appartengo».

«Stiamo attualmente galleggiando sulle acque torbide ed infide dell’economia e della finanza non etica con zattere artatamente rese deboli e vulnerabili da un complesso di norme fragilizzanti – hanno affermato dall’associazione Vivere l’Etica – Occorre confrontarsi con il presente adottando lo sguardo limpido del discernimento e disincagliandoci dalle secche dell’ assopita interpretazione di esso basata su informazioni parziali. Desideriamo una navigazione in regime di venti regolari a bordo di un mezzo sicuro, durevole ed ecologico: la costruttività fondata sulla reputazione e sulla neocooperazione visibile e trasparente».

Vivere l’Etica è una Associazione Culturale senza scopo di lucro che promuove la cultura dell’Etica in tutti i settori della vita sociale, proponendo la riscoperta del vivere armonico, della fraternità e del rispetto verso il prossimo.

Per informazioni su questo ciclo di incontri  o su altre iniziative organizzate da Vivere l’Etica, scrivere ad associazione culturale Vivere l’etica , via delle Panche, 99/2  Firenze oppure via mail a vivere.etica@gmail.com.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close