EventiNews

“Mi piace spiderman… e allora?” torna all’Isolotto

Il cortometraggio contro gli stereotipi di genere di Federico Micali girato con gli alunni della scuola Montagnola Gramsci sarà proiettato domani in piazza dell'Isolotto

Il_Tazebao

Mi piace Spiderman… e allora?”, il cortometraggio di Federico Micali contro gli stereotipi di genere, torna all’Isolotto dov’è stato girato, grazie ai giovanissimi interpreti della scuola Montagnola Gramsci. Sarà proiettato infatti domani venerdì 10 settembre 2021, alle 21 in piazza dell’Isolotto. Il breve film, di cui ci siamo già occupati in un dibattito in occasione dell’apertura della Festa dell’Unità di Firenze alla casa del popolo San Quirico, vede come sfondo proprio i giardini, le scuole, le strade e i commercianti del nostro quartiere.

Interverranno Benedetta Albanese, assessora a Diritti e Pari Opportunità del Comune di Firenze, Mirko Dormentoni, Presidente del Quartiere 4, Beatrice Barbieri, presidente della Commissione Cultura del Quartiere 4, il regista Federico Micali e il cast. A seguire, microfono aperto sugli stereotipi di genere con le ragazze e i ragazzi. Condurrà la serata l’attrice Elisa Billi.

Ogni forma d’arte parla un linguaggio universale e il cinema in particolare può consentire di comunicare in modo potente e chiaro messaggi importanti e contribuire a lavorare concretamente per sconfiggere stereotipi di genere, abbattere ogni forma di pregiudizio e promuovere una cultura del rispetto dei diritti di tutte e tutti. – dice l’assessora Albanese – Il lavoro di Federico Micali va proprio in questa direzione e in modo divertente e originale centra assolutamente l’obiettivo: per questo abbiamo organizzato diverse proiezioni in città riscuotendo meritato successo. Adesso ‘Mi piace Spiderman… e allora?’ ‘torna ‘a casa’, nel quartiere dov’è stato scritto e ambientato”.

 

Dopo la proiezione – dichiara il Presidente del Q4 Mirko Dormentoni -, mettiamo in piazza speranze, domande, risposte, dubbi, proposte di tutti i generi, per andare oltre i generi. Libertà e consapevolezza: le vostre e nostre riflessioni che seguiranno a microfono aperto la visione del piccolo grande film di Federico Micali saranno un momento importante per prendere coscienza di quanti orizzonti in più possono aprirsi di fronte a tutti noi se superiamo pregiudizi e preconcetti”.

“Non solo – aggiunge la Presidente della Commissione Servizi Educativi Culturali del Q4 Beatrice Barbieri – : in un periodo di grande restrizione come questo, ritrovare la forza del confronto e la volontà di camminare verso la valorizzazione della nostra identità di genere rappresenta un contributo determinante per la democrazia”.

 

“Le riprese del corto hanno avuto l’Isolotto e la Montagnola come location principali – aggiunge il regista Federico Micali – ed è veramente bello tornare qui, mentre il corto sta girando tantissimo, tra il Giappone e l’Arabia Saudita, e questo è molto importante: gli stereotipi di genere resistono fino a quando non vengono messi a nudo. A quel punto si rivelano quello che dice Cloe nel corto: ‘davvero molto stupidi’”.

 

Mi piace Spiderman e… allora?’ è tratto dall’omonimo libro di Giorgia Vezzoli. Vincitore del Bando Mibact con il sostegno della Regione Toscana, la collaborazione di Toscana Film Commission, Fondazione Sistema Toscana, Lanterne Magiche, Acf Fiorentina e Acf Fiorentina femminile, il film, prodotto da DnArt, affronta la tematica degli stereotipi di genere attraverso gli occhi di Cloe, la protagonista, bambina e adolescente. Il corto è stato girato e ambientato all’Isolotto vecchio, tra la Montagnola (con i bambini e le bambine della sezione della Nave Tonda e le ragazze della Gramsci), il viale dei bambini ed il lungarno dei Pioppi. E sempre all’Isolotto si radica la musica della colonna sonora a cura di Naomi Berrill, violoncellista irlandese trapiantata ormai da molti anni nel quartiere. La serata sarà dunque un ritorno sui luoghi delle riprese ed un’importante occasione per parlare degli stereotipi di genere. 

 

Segui  sui socialFacebookInstagram

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close