CronacaNews

Murales di Astori all’Isolotto, l’inaugurazione. Le parole dei tanti ospiti presenti e il ricordo dell’indimenticabile Capitano della Fiorentina

L'opera realizzata dallo street artist Giulio Rosk nel ricordo del giocatore viola scomparso nel 2018 è stata inaugurata in Via Canova

Il_Tazebao

Si è svolta oggi intorno alle 12:30 l’inaugurazione l’annunciato murales in ricordo all’indimenticabile Capitano della Fiorentina Davide Astori, scomparso il 4 marzo 2018. Il progetto del murale è stato ideato dalla fondazione Cure2Children e dal Comune di Firenze per ricordare il giocatore e il suo impegno per i bambini. L’opera è stata realizzata dallo street artist Giulio Rosk grazie ad una campagna di crowdfunding e occupa una parete di 240 metri quadrati di un palazzo adiacente al grande supermercato di Viale Canova, in zona Isolotto.

Murales Astori

La redazione di IsolottoLegnaia.it era presente e ha raccolto i pareri di tutte le autorità e ospiti intervenuti per l’inaugurazione e accolti dal presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni.

Inaugurazione murales Astori

Le autorità e gli ospiti presenti all’inaugurazione del Murales

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha voluto ringraziare per la realizzazione dell’opera: “Come sindaco voglio dire grazie a tutti coloro che hanno supportato la raccolta fondi ed anche perché sono sicuro che continuerete a darci una mano con questi progetto. Il nostro impegno è quello di stare vicino alla famiglia di Astori di farle sentire l’affetto di Firenze, l’amore e la gratitudine dei tifosi e dei fiorentini”. Presente anche il governatore della Regione Toscana Eugenio Giani, che ha commentato così l’opera: “In questo quartiere il colore viola è fortissimo. Firenze è la Fiorentina e la Fiorentina è Firenze. Transitare da via Canova e vedere la sua immagine significherà sentire per sempre il ricordo di quell’uomo e di quei valori che trasmetteva. Anche i bambini che non l’hanno conosciuto adesso potranno capire l’uomo che era”.
Non sono mancate le parole dell’assessore allo sport Cosimo Guccione: “Questa opera ricorda un uomo, un esempio, un grande ragazzo nel cuore di tutti i fiorentini. Tanti potranno così ricordare quello che è un messaggio importante della fondazione Cure2Children”.
Alla cerimonia erano presenti la famiglia Astori, l'”unico 10″ e attuale club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni, l’ex capitano gigliato Manuel Pasqual e il centrocampista Borja Valero, entrambi grandi amici di Davide, e l’attuale allenatore del Milan Stefano Pioli, che siedeva sulla panchina viola quando accadde la tragedia.
Un ricordo, quello di Davide Astori, destinato a rimanere più indelebile che mai nella memoria di Firenze e dei fiorentini. Il suo indimenticabile sorriso è ora impresso su una grande parete, è lo è anche la frase “Ogni bambino ha diritto di giocare la propria partita”, dedicata a tutti i bambini del mondo da un uomo dai grandi valori come era, e sarà sempre, Davide Astori.

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close