Le buone notizie ai tempi del CoronavirusNews

Arriverà la primavera

Le buone notizie ai tempi del Coronavirus - Un abbraccio collettivo in musica con una canzone de La Rosa e il Violino

Arriverà la primavera è la nuova canzone de La Rosa e il Violino, il cui videoclip è stato realizzato con spezzoni girati in casa da ogni membro del gruppo

In questi giorni bui, scanditi soprattutto da tristi notiziari sul numero dei contagi da Covid-19, il virus che sta decimando vittime in tutto il mondo costringendoci ad un distanziamento sociale che ci è stato imposto come rimedio per debellarlo completamente, noi restiamo reclusi nelle nostre abitazioni anche se con il passare dei giorni sentiamo sempre di più la mancanza di un abbraccio, una carezza, un bacio per i nostri cari, parenti o amici che siano.

D’altro canto abbiamo però le nuove tecnologie che ci tengono in contatto tra noi promuovendo incontri virtuali, anche collettivi, di gruppo. A parte i vari flashmob dei primi giorni dell’emergenza – gli applausi per gli operatori sanitari che lavorano senza sosta negli ospedali, i canti dai balconi e via dicendo – in questo apparente silenzio dei giorni scorsi viene a portarci una nota di colorita speranza una canzone appositamente creata da Elisa Belli, dell’Associazione musicale La Rosa e il Violino, disponibile su YouTube:

 

Interpellata da uno degli associati che ha contribuito alla realizzazione del video, ma che ha anche desiderato condividere con tutto il quartiere questa bellissima iniziativa, la direttrice artistica e soprattutto “mente ispiratrice” dell’associazione musicale isolottina – Elisa scrive testi e musica delle opere che mette in scena, ed anche nel caso di questa canzone parole e accordi sono scaturiti simultaneamente – ha così risposto:

“…mi hai chiesto come è venuta la canzone Arriverà la primavera, in realtà non mi ricordavo bene, quindi per risponderti ho dovuto cercare la data nel cellulare per vedere cosa avevo fatto quel giorno. Pochi minuti prima avevo letto questo brano degli Atti degli Apostoli, che tra l’altro è il mio preferito:

Erano assidui nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli e nell’unione fraterna, nella frazione del pane e nelle preghiere. Un senso di timore era in tutti e prodigi e segni avvenivano per opera degli apostoli. Tutti coloro che erano diventati credenti stavano insieme e tenevano ogni cosa in comune; chi aveva proprietà e sostanze le vendeva e ne faceva parte a tutti, secondo il bisogno di ciascuno. Ogni giorno tutti insieme frequentavano il tempio e spezzavano il pane a casa prendendo i pasti con letizia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo la simpatia di tutto il popolo. Intanto il Signore ogni giorno aggiungeva alla comunità quelli che erano salvati.”

Continua Elisa “…Mi aveva molto colpito questa tenerezza, questo senso di comunità che era nelle persone, che stavano insieme e spezzavano il pane nelle case con contentezza. Avevo riflettuto sul fatto che anche se in questo particolare momento non è possibile stare insieme, è però possibile farlo da lontano e apprezzare ogni piccola cosa semplice.

Ho allora chiesto ai membri dell’Associazione La Rosa e il Violino di mandarmi un piccolo video della loro quotidianità in questo periodo, e ne è venuto fuori un videoclip che li riunisce tutti, permettendoci di stare vicini lo stesso attraverso la musica.

Ogni giorno sentiamo notizie sul numero di contagi: anche in questo brano si parla di numeri, ma di persone che ogni giorno si aggiungevano alla comunità. Questa canzone parla del calore degli abbracci che tanto ci mancano e della speranza che presto potremo tornare a darci.”

Grazie Elisa Belli, condividiamo appieno questo desiderio!

 

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close