CronacaNews

Aggressione delle Cascine, dalla maggioranza accuse di strumentalizzazione all’opposozione

Armentano e Dardano: «Spiace che approfittino della vicenda per ritratti a tinte fosche della città che non corrispondono al vero»

Risponde per le rime ala maggioranza alle critiche mosse all’Amministrazione a seguito dell’aggressione ai danni dei tre vigili, accusando la minoranza di voler strumentalizzare la vicenda

Piena solidarietà agli agenti feriti ieri durante un controllo anti spaccio alle Cascine: con l’occasione vogliamo anche ringraziare tutto il corpo della Polizia Municipale per l’impegno quotidiano, che per garantire il rispetto delle disposizioni previste con l’emergenza Covid è stato ancora più intenso e importante”. A dirlo sono Nicola Armentano, capogruppo Pd e Mimma Dardano, capogruppo lista Nardella a Palazzo Vecchio. “Spiace che le opposizioni, nell’esprimere la doverosa vicinanza agli agenti coinvolti, finiscano però per fare le solite strumentalizzazioni o approfittino della vicenda per ritratti a tinte fosche della città che non corrispondono al vero.  – proseguono – La sicurezza e il rispetto delle regole sono valori fondanti, che guidano l’azione di questa amministrazione, non sono certo prerogativa del centrodestra. E l’impegno per tutelare le zone più delicate della città è e continuerà a essere massimo. Alla Lega che si ostina a proporre l’uso del taser come panacea di ogni male rinnoviamo la contrarietà che abbiamo già espresso in Consiglio comunale, ritenendo prioritarie altre azioni per la sicurezza in città, presidi, videosorveglianza, prevenzione, controllo di vicinato, tutti progetti ben intrapresi da questa amministrazione e che sosteniamo”

Tuttavia all’indomani del fatto la situazione non è cambiata. E questa zona è rimasta in mano alla delinquenza come documentato nel nostro servizio di questo pomeriggio.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close