CronacaNews

Inaugurato il murale alla memoria di Silvano Sarti, il partigiano Pillo

Il_Tazebao

Inaugurato alla presenza delle Istituzioni l’affresco raffigurante il partigiano Pillo

La piazza ha cantato Bella Ciao insieme al Coro Novecento di Fiesole

Oggi alle 15 una passeggiata della memoria a Ugnano e Mantignano dove furono trucidati i partigiani che vollero difendere l’acquedotto

 

È stato inaugurato ieri,  come annunciato, il grande affresco sul muro dell’Audace Legnaia in via Antonio del Pollaiolo dedicato alla memoria di Silvano Sarti, il partigiano Pillo,  che viveva nel rione e che è morto qualche mese fa.

Diversi i cittadini del quartiere ma anche dal resto della città che hanno partecipato all’evento. Molti i soci che dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia che hanno reso onore al compagno scomparso. Presenti all’inaugurazione anche il sindaco Nardella e l’assessore a sport e politiche giovanili Vannucci, cui si deve la proposta, approvata dal resto della giunta, dei murales che stanno arrivando in vari punti del quartiere e della città. Canti partigiani sono stati intonati dal Coro Novecento di Fiesole, presto seguito da molti astanti sulle note di Bella Ciao.

Il sindaco ha ringraziato la moglie di Sarti e ha sottolineato come questo 25 aprile sarà il primo senza di lui – fa sapere il Comune in una nota – La memoria, secondo il sindaco, è un patrimonio talmente grande che ognuno ha il dovere di tramandarla, facendone vivere i valori e ricordando che la libertà è di tutti. L’assessore ha ricordato come dopo l’opera di Jorit dedicata a Mandela, nel Quartiere 5, è stato scelto di ricordare il partigiano Pillo e il suo impegno civile per la liberazione di Firenze, aggiungendo che la promozione della street art è un’operazione culturale per lanciare messaggi trasversali sul tema dei diritti e dei valori. Il presidente del quartiere ha ricordato la figura del partigiano Pillo e le iniziative dell’ ‘aprile resistente’, tra le quali domani pomeriggio alle 15 una passeggiata della memoria a Ugnano e Mantignano dove furono trucidati i partigiani che vollero difendere l’acquedotto (ritrovo davanti alla chiesa di San Bartolo a Cintoia).

La nostra attività è possibile anche grazie al sostegno di queste attività di quartiere
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close