Le buone notizie ai tempi del Coronavirus

Dalla solidarietà di via Canova nasce Isolotto vivo

Samuele La Rosa, fondatore dell'associazione raccoglie e distribuisce generi alimentari alle case popolari durante il lockdown: «Dall'alto nessuno si è fatto vivo, ma l'Esslunga ci sta dando una gran mano»

Da ormai due settimane in via Canova, grazie all’iniziativa di Samuele La Rosa, vengono raccolti davanti all’Esselunga e distribuiti generi alimentari di prima necessità ai residenti delle case popolari più colpiti dalla crisi economica conseguente al lockdown imposto dall’emergenza Coronavirus. Un’iniziativa nata dal basso dal giovane traslocatore isolottino, che inseme ad altri volontari sta vedendo crescere sempre di più la solidarietà del rione verso chi oggi non ha neanche un piatto di pasta da dare ai propri figli. Il gruppo si sta costituendo nell’associazione Isolotto Vivo:samuele la rosa isolotto vivo (5)

«Procede alla grande! – Esordisce Samuele – Ci stiamo costituendo nell’associazione Isolotto vivo. È una necessità strutturarsi perché sta venendo sempre più gente. Il direttore dell’Esselunga ci ha messo a disposizione tre carrelli fissi per la raccolta, e ci saranno sempre dall’apertura alla chiusura. Costantemente aggiorniamo la gente del quartiere via internet della raccolta. Tanta gente ha fatto anche, in maniera anonima, beneficenza in denaro che stiamo devolvendo interamente, in piccole tranche, alle famiglie più bisognose».

samuele la rosa isolotto vivo (3)

In tanta solidarietà, però, una punta d’amarezza per l’assenza delle Istituzioni in questa iniziativa nata dal basso: «Finora non abbiamo visto nessuno dal Quartiere: né il Consiglio, né alcun Ente si è fatto vivo – spiega il giovane artigiano isolottino – Quello che ci viene donato, ogni supporto che ci viene dato, è solo da parte della popolazione. All’atto pratico, ogni investimento per portare avanti tutto questo, lo faccio da solo con i miei mezzi e con il mio tempo. Nessuno dall’alto si è fatto vivo in niente. L’unica ad averci dato davvero una gran mano, a mettersi con noi in prima linea, è stata l’Esselunga di via Canova».

samuele la rosa isolotto vivo (2)

Tuttavia la costituenda associazione Isolotto viva già guarda al futuro, alla fase due, quando l’emergenza sociale potrebbe superare di gran lunga quella sanitaria: «Investiamo su quello che sarà il futuro di questo quartiere, ovvero quelle persone che oggi hanno bisogno di aiuto – conclude Samuele – Tra poco avremo un fondo adibito all’associazione, dove la gente non solo sa che potrà venire a ritirare il proprio pacco, ma potrà anche trovare un avvocato, un imbianchino, un idraulico e quanti altri professionisti disposti a dare una mano.  Questa è la mia idea di un domani per l’Isolotto vivo, e quel domani è vicino! Auguro buona Pasqua a tutti e insieme ce la faremo, perché l’Isolotto è vivo».

samuele la rosa isolotto vivo (4)

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close